Venerdì, 24 gennaio 2020 - ore 12.52

Coldiretti Sant’Omobono, l’abbraccio di Cremona all’agricoltura colpita dal terremoto

Oggi al Mercato di Campagna Amica degli agricoltori di Coldiretti. Con il Vescovo Napolioni, il sindaco Galimberti, il presidente della provincia Viola, il consigliere regionale Malvezzi e tantissimi cittadini Si prosegue, dalle ore 17, con l’inno di Mameli suonato dal Complesso bandistico Città di Cremona

| Scritto da Redazione
Coldiretti Sant’Omobono, l’abbraccio di Cremona all’agricoltura colpita dal terremoto Coldiretti Sant’Omobono, l’abbraccio di Cremona all’agricoltura colpita dal terremoto

L’abbraccio della città di Cremona – che ha risposto con tantissime presenze e grande generosità – ha accolto gli agricoltori delle Marche e dell’Umbria, stamattina al Mercato di Campagna Amica in piazza Stradivari. Nella festa del santo Patrono, Coldiretti Cremona ha dato vita in piazza Stradivari a un’uscita certamente speciale del Mercato di Campagna Amica, tutta rivolta alla solidarietà nei confronti della comunità rurali colpite dal terremoto.

Dalle ore 8 alle 19, accanto ai produttori che ormai da due anni sono protagonisti dell’appuntamento con i cittadini cremonesi nel salotto della città, hanno trovato posto alcuni amici agricoltori giunti dall’Umbria e dalle Marche, portando i loro prodotti d’eccellenza, salvati dal terremoto, dalla lenticchia di Castelluccio di Norcia alla ‘caciotta della solidarietà’ prodotta con il latte delle stalle di Amatrice, dalla storica norcineria al vino di visciole, dall’olio allo zafferano.

Ad accogliere gli amici venuti dalle campagne del Centro Italia, insieme al Presidente Paolo Voltini, al Direttore Tino Arosio, ai dirigenti di Coldiretti Cremona e agli agricoltori del Mercato di Campagna Amica, c'erano il Vescovo mons. Antonio Napolioni, il Sindaco Gianluca Galimberti,il campione olimpico di nuoto Efrem Morelli, il Consigliere regionale Carlo Malvezzi, l'Assessore Barbara Manfredini, il Presidente della Provincia Davide Viola e tantissimi cittadini. In un clima di grande condivisione, si è aperta una giornata in cui tantissime famiglie cremonesi hanno voluto, con un acquisto, sostenere direttamente, senza intermediazioni, la ripresa economica ed occupazionale delle terre ferite dal sisma.

La giornata in piazza Stradivari prosegue: alle ore 17,15 è atteso in piazza il Complesso bandistico Città di Cremona, per un abbraccio in musica che si chiuderà con l’esecuzione dell’Inno di Mameli. 

1001 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online