Martedì, 17 settembre 2019 - ore 13.10

Come contrastare l’inquinamento atmosferico a Cremona . Alessia Manfredini risponde a Piercarlo Bertolotti (Fiab)

Egregio Direttore, intervengo volentieri in merito alle sollecitazioni e proposte avanzate nella lettera del Presidente della FIAB Piercarlo Bertolotti sulle possibili azioni per contrastare l'inquinamento atmosferico. A nessuno sfugge che sull'ambiente ci giochiamo una partita decisiva per la salute e il benessere di ogni cittadino. Occorre però ribadire che su questo tema è fondamentale il coinvolgimento di tutti.

| Scritto da Redazione
Come contrastare l’inquinamento atmosferico a Cremona . Alessia Manfredini  risponde a Piercarlo Bertolotti (Fiab)

Come contrastare l’inquinamento atmosferico. Alessia Manfredini  risponde a Piercarlo Bertolotti (Fiab)

Egregio Direttore, intervengo volentieri in merito alle sollecitazioni e proposte avanzate nella lettera del Presidente della FIAB Piercarlo Bertolotti sulle possibili azioni per contrastare l'inquinamento atmosferico. A nessuno sfugge che sull'ambiente ci giochiamo una partita decisiva per la salute e il benessere di ogni cittadino. Occorre però ribadire che su questo tema è fondamentale il coinvolgimento di tutti.

-----------------------

 All'impegno profuso dal Comune si dovrebbe trovare un accompagnamento concreto da parte delle politiche attuate a livello regionale.

Per questo credo che ci voglia una netta discontinuità rispetto a quanto ha fatto (o non ha fatto) Regione Lombardia in questi anni per la qualità dell'aria.

Come Piercarlo sa bene è stato grande l'impegno del Comune in questi anni su partite come le piste ciclabili (10 km in più rispetto al 2014, di cui quella di Cavatigozzi attesa da molti anni), le azioni sulla mobilità sostenibile, dalla vittoria importante del bando nazionale Casa-scuola e casa-lavoro, di cui FIAB è nostro partner importante, all'avvio del bike sharing a flusso libero, al Piano della sosta del 2015, che ha permesso di restituire ai cittadini cremonesi nuove aree pedonali (come largo Boccacino e corso Matteotti), al rilancio del piedibus e la redazione e diffusione del metrominuto per favorire la pedonalità, oltre che la progettazione di altre quattro piste ciclabili che saranno realizzate entro il 2020.

Ma oltre a questo siamo intervenuti per cercare di risolvere gli annosi problemi del traffico vicino alle scuole, come in via XI febbraio, al quartiere Po e a San Bernardo, ed avviato la redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) che disegnerà nei prossimi anni la città più sostenibile che tutti desideriamo, dove non ci siano nuove strade ma trasformate quelle esistenti, messe in sicurezza, ben curate e compatibili con le esigenze di tutte le utenze, in particolare di quelle più deboli, pedoni e ciclisti.

Il nostro auspicio è che tutti si mettano in gioco, partecipano e elaborino proposte, e da parte di Regione Lombardia ci sia davvero la volontà di cambiare passo sul tema dell'inquinamento atmosferico, con finanziamenti strutturali a favore dei Comuni per rinnovo del parco mezzi, sull'efficientemento energetico e progetti innovativi.

Solo così le politiche potranno diventare più efficaci e concrete per un ambiente più sano e a misura d'uomo.

Grazie per l'ospitalià e cordiali saluti

Alessia Manfredini, Assessore all'Ambiente e alla Mobilità del Comune di Cremona

 

928 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online