Lunedì, 15 luglio 2024 - ore 22.27

(CR) Pianeta Migranti. Pizzo di 2000 euro per salute dei cittadini stranieri.

I cittadini extracomunitari residenti in Italia devono versare 2000 euro annuali per usufruire del Servizio sanitario nazionale.

| Scritto da Redazione
(CR) Pianeta Migranti. Pizzo di 2000 euro per salute dei cittadini stranieri.

(CR) Pianeta Migranti. Il pizzo di 2000 euro sulla salute dei cittadini stranieri.

E’ una delle misure previste dalla manovra del governo. I cittadini extracomunitari residenti in Italia devono versare 2000 euro annuali per usufruire del Servizio sanitario nazionale.

 Nello specifico, "per i residenti stranieri cittadini di Paesi non aderenti all'Unione europea - si legge in una nota del Mef - si prevede la possibilità di iscrizione negli elenchi degli aventi diritto alle prestazioni del Ssn, versando un contributo di 2.000 euro annui. L'importo del contributo è ridotto per gli stranieri titolari di permesso di soggiorno per motivi di studio o per quelli collocati alla pari".

Un vero e proprio pizzo di stato sulla salute, ovviamente, sulle spalle degli stranieri che stanno regolarmente in Italia e pagano le tasse.

Già ci stanno provando  con la cauzione dei 5 mila euro per non finire nei lager dei migranti, e adesso insistono con un’altra tassa.

Il ministro Schillaci, in una rettifica, ha spiegato che la tassa "non riguarda i lavoratori stranieri, ma solo chi risiede temporaneamente in Italia. Cure urgenti comunque garantite".

Un’altra precisazione è venuta dal Ministero della Salute che ha precisato: “La norma contenuta nella manovra finanziaria 2024 si riferisce a specifiche categorie, non aventi diritto all’iscrizione obbligatoria, che possono iscriversi volontariamente al Servizio sanitario nazionale attraverso il pagamento di un contributo forfettario annuale come disciplinato dal Decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 attualmente vigente”.

Ma la sinistra e M5S attaccano: "La misura è disumana e discriminatoria"

“La cosa lascia sbalorditi poiché è in contraddizione palese con la necessità di rendere effettivo il diritto alla salute senza produrre nuovi ostacoli, con i principi stabiliti dalla Costituzione, con il Diritto dell’Unione europea, e pure perché è chiaramente incompatibile con i contenuti dell’articolo 34 del Testo Unico Immigrazione che, non casualmente, non prevede odiose discriminazioni”.

Lo afferma il consigliere regionale lombardo Majorino del PD, responsabile delle Politiche migratorie. “Ci pare l’ennesimo e odioso tentativo di distrazione dell’opinione pubblica -sottolinea - alla quale è bene spiegare che siamo di fronte ad una Legge di Bilancio che proprio in materia sanitaria non produrrà alcun vero passo in avanti ed anzi, si andrà a configurare come l’ennesimo regalo alla sanità privata, realizzato ai danni di quella pubblica”.

Cosa succederà quindi, se un cittadino extracomunitario non potrà permettersi di pagare i 2000 euro? Gli verranno rifiutate le cure? Verrà lasciato morire senza assistenza?

Sarebbe una politica vergognosa e inaccettabile, lesiva del diritto alla Salute garantito dalla Costituzione. Rappresenterebbe l’ennesimo attentato all’universalità del Servizio sanitario nazionale. E metterebbe i medici davanti a un bivio: rispettare la legge o il giuramento di Ippocrate e le norme etiche del codice deontologico? Occorre dunque battersi in sede parlamentare, se il governo concede la discussione, per cancellare questa norma disumana.

2546 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online