Mercoledì, 17 luglio 2024 - ore 15.06

Crema MUSICHE IN ABSIDE, i prossimi due appuntamenti

Grazia Deledda 29 aprile 2024 ore 21.00 e Marguerite – 6 maggio 2024 ore 21.00

| Scritto da Redazione
Crema  MUSICHE IN ABSIDE, i prossimi due appuntamenti

Crema  MUSICHE IN ABSIDE, i prossimi due appuntamenti

 Grazia Deledda 29 aprile 2024 ore 21.00 e Marguerite – 6 maggio 2024 ore 21.00

 Grazia Deledda e la sua terra antica – 29 aprile 2024 ore 21.00,presso l’Abside del Teatro San Domenico

 PATRIZIA SACCHELLI, voce recitante

MICHELE BIANCHESSI, DAVIDE BIFFI, BEATRICE BRAMBILLASCHI, ANITA CAZZALINI, ANNA CAZZOLA, MICHELA LONGARI,

RICCARDO LONGARI, FEDERICO SILVESTRI, FRANCESCO ZUFFETTI, pianoforte

 Musiche di Beethoven, Brahms, Chopin, Satie e Schubert.

 Nata a Nuoro il 27 settembre 1871, Grazia Deledda frequenta solo le scuole elementari, ma papà e mamma le consentono di poter studiare l’italiano, il francese e di coltivare i suoi interessi per la cultura.

La madre, Francesca Cambosu, è una donna di severi costumi, dedita alla casa e all’educazione dei figli. Il padre, Giovanni Antonio, laureato in legge, preferisce fare l’imprenditore e gestire i terreni di famiglia. Per farsi strada come scrittrice, deve affrontare un lungo corpo-a-corpo con il mondo di allora per dare forma alle sue aspirazioni profonde e rispondere alla voce interiore che la chiama irresistibilmente alla scrittura. Nella piccola e chiusa società di Nuoro, il destino di una donna non poteva oltrepassare il limite di “figli e casa, casa e figli”.

“Sognavo un giorno di poter diradare con un mite raggio le foschie ombrose dei nostri boschi, narrare intera la vita e le passioni del mio popolo, così diverso dagli altri, così vilipeso e dimenticato e perciò più misero nella sua fiera primitiva ignoranza.”

Il 10 dicembre 1926, prima donna italiana, a Stoccolma, è insignita del Premio Nobel per la Letteratura.

 ----------------------

 In compagnia di Marguerite – 6 maggio 2024 ore 21.00  presso l’Abside del Teatro San Domenico

 LUCIANO BERTOLI, voce recitante

GABRIELE DURANTI, PIETRO MIRAGOLI, pianoforte

 Musiche di Bach, Chopin e Liszt.

 È il racconto di un viaggio in cerca dei luoghi di Marguerite Yourcenar.

In occasione del suo compleanno, si parte da avenue Louise al numero 193, lì si trova la palazzina dei de Crayencourt o meglio ciò che resta della vecchia palazzina dei primi del ’900, dove visse la Yourcenar. Di fronte, un monumento di metallo e pannelli con alcune sue citazioni.

Lei è una donna che passa attraverso la tragedia di due guerre mondiali, continui spostamenti in tutto il continente e anche in America, costretta a emigrare per le sue origini ebree. Tra i suoi viaggi, nel 1924, un viaggio in Italia, a Roma e a Tivoli con una visita a Villa Adriana che la colpirà profondamente e le ispirerà Le memorie di Adriano.

A 34 anni, Marguerite conosce a Parigi Grace Frick, un’insegnante di letteratura americana. Con Grace è un colpo di fulmine, di quelli che non si dimenticano più: Marguerite sente che nel suo cuore non ci sarebbe più stato posto per gli uomini. La loro storia d’amore durerà quarant’anni durante i quali le due donne si ameranno sempre.

Nel 1968 L’Accademia Reale Belga nomina Marguerite membro straniero. La Francia le assegna la Légion d’honneur.

 FONDAZIONE SAN DOMENICO

 Tel.  0373-85418

 www.teatrosandomenico.com 

244 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online