Venerdì, 21 giugno 2024 - ore 06.59

Scuola Crema Medioevo a domicilio

Le varie classi hanno avuto l’occasione di ammirare il corredo militare dell’epoca: dalla cotta in metallo di ben 15 Kg, ai vari strati di cui si componeva uno scudo

| Scritto da Redazione
Scuola Crema Medioevo a domicilio Scuola Crema Medioevo a domicilio

Scuola Crema Medioevo a domicilio

Fra le progettualità della Scuola Secondaria di I grado “C. Abbado” (Istituto Comprensivo Crema 2 “M. Hack”), sabato 23 marzo una mattinata è stata dedicata alla rievocazione storica del Basso Medioevo, avendo come protagonisti la prof.ssa Azzurra Di Virgilio e il marito Michele Giardino, appartenenti alla “Cives Regni Siciliae”, organizzazione specializzata in living history dei secoli XII e XIII.

Le varie classi hanno avuto l’occasione di ammirare il corredo militare dell’epoca: dalla cotta in metallo di ben 15 Kg, ai vari strati di cui si componeva uno scudo, all’esposizione di elmi, progressivamente sempre più elaborati con baffi protettivi per il viso.

Pure l’equipaggiamento del pellegrino è stato oggetto di approfondimenti, dalle bisacce sempre aperte e pronte ad un dono per i viandanti fino al giaciglio arrotolato in pelo di pecora.

Una specifica messa a fuoco ha riguardato l’abbigliamento femminile, con la presentazione di un abito in taffetà di seta blu ottanio, che ha richiesto ben tre anni di lavoro, incastonato con perle di fiume, pietre preziose autentiche (ametiste, tormaline, smeraldi, granati e vetri), il tutto arricchito da un mantello con corniole, quarzi, lapislazzuli, malachiti, turchesi, giade e perle di fiume di varie dimensioni e da un bavero con una pelliccia di ermellino. Inoltre i gioielli, corone di metallo e spille riccamente intarsiate e un’esemplificazione dal vivo di vari tipi di acconciature con bendelle e veli. Infine oggetti religiosi come croci e pissidi, oltre a manufatti in terracotta per bambini: biberon dell’epoca, sonaglino, cavallino giocattolo.

La straordinaria esperienza in giardino è stata sublimata in classe dalla produzione di modellini di abiti medievali per dame e cavalieri, modelli per vetrate colorate di chiese, particolari decorativi che hanno valorizzato la creatività e la cooperazione fra i ragazzi attraverso l’uso di materiale semplice e colorato. Coronamento finale ancora in giardino con una festosa danza medievale che ha raccolto in tre cerchi alunni e insegnanti per uno scoppiettante saluto. La classe 3C invece ha dedicato la mattinata a una visita di istruzione nel centro storico di Crema fotografando le bellezze artistiche e culturali della città; gli scatti saranno poi esposti in una mostra fotografica a scuola.

E’stato un viaggio emozionante al di là delle barriere del tempo e dello spazio, un esempio di didattica immersiva anche senza il digitale, una dimostrazione evidente che non veniamo

dal nulla, ma da radici profonde che continuano a rappresentare la chiave di volta del nostro presente. E’ sufficiente avere occhi, orecchi, mente e cuore liberi da serrature emotive e aperti alla curiosità per non diventare dunque quegli apolidi culturali che in realtà non siamo.

252 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online