Venerdì, 28 gennaio 2022 - ore 10.12

Crema Un successo il saggio di Danza del ventre a cura dell'insegnante Silvia Brazzoli.

Lo scorso sabato 16 giugno al teatro San Domenico di Crema si è tenuto il saggio di Danza del ventre a cura dell'insegnante Silvia Brazzoli.

| Scritto da Redazione
Crema Un successo il saggio di Danza del ventre a cura dell'insegnante Silvia Brazzoli.

Crema Un successo il saggio di Danza del ventre a cura dell'insegnante Silvia Brazzoli.

Lo scorso sabato 16 giugno al teatro San Domenico di Crema si è tenuto il saggio di Danza del ventre a cura dell'insegnante Silvia Brazzoli.

Le allieve dei corsi U.S.Acli Crema si sono esibite con sei professioniste guidate dalla docente e coreografa. Qui sotto e in allegato un breve resoconto scritto da Serena Milano, allieva del corso U.S. Acli.

Alleghiamo anche una fotografia con le danzatrici al completo scattata da © ALESSANDRO MIZZOTTI per U.S.Acli Crema 

Lo Staff U.S.Acli Crema

------------------

Leylet Hob - Una Notte d’Amore

Sabato 16 giugno nella suggestiva cornice del teatro San Domenico di Crema è andato in scena lo spettacolo di danza del ventre Leylet Hob - Una Notte d’Amore. Il palco ha accolto Emanuela Zilli, Nataliya Olenich, Valentina Carpenedo, Anna Scaglia, Jasmine Zahra, Zeina Troupe e tutte le allieve che durante la stagione 2017/2018 hanno frequentato il corso di danza orientale proposti dall’U.S.Acli Crema. La direzione artistica dell’evento è stata curata dall’insegnate Silvia Brazzoli, da sempre impegnata nella divulgazione di una disciplina proveniente da paesi lontani.

Il tema conduttore della serata è stato l’amore che si manifesta attraverso la musica e la danza. Una moltitudine di stupende donne ha calcato la scena esprimendo la propria natura sul ritmo di melodie coinvolgenti, luci suggestive e abiti sontuosi, il tutto calato in un’atmosfera magica. Assistere ad uno spettacolo di danza orientale significa inebriarsi di suoni, colori e stimoli che rimandano a paesi lontani e permettono di percepire la bellezza attraverso il linguaggio universale della danza in cui non servono parole. Le due ore di spettacolo sono state il frutto di un impegno costante dell’insegnante che negli scorsi mesi ha iniziato a creare ogni coreografia, ogni passo, ogni sfumatura dei singoli movimenti accompagnati dalle note di canzoni scelte per l’occasione. Le professioniste si sono esibite singolarmente, le allieve si sono cimentate in coreografie di gruppo,  dimostrando come l’amore per la danza possa essere terreno fertile per la creazione di rapporti di complicità. Le allieve hanno lavorato con dedizione e si sono sperimentate donando fiducia a chi le guidava, hanno dimostrato amore nei confronti di un’arte ancora poco conosciuta e verso se stesse, esprimendo quella parte ludica che troppo spesso fatica ad emergere. Al pubblico è dedicato un ringraziamento particolare, fondamentale per sostenere ogni donna che si è esibita sul palco. Un altro anno è volato ed è stato un onore poterlo portare in scena, in attesa di una nuova occasione per vivere insieme un’altra serata magica.

Serena Milano

 

1484 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online