Sabato, 20 luglio 2019 - ore 22.52

Cremona I Musei Civici vicini ai 65.000 visitatori in un anno, in crescita del 7,3%

Vanno forte anche i festival. E i turisti crescono del 18,8% all’Infopoint. Un anno tutto in positivo il 2018 per la cultura e il turismo in città. Come ogni anno, l’Amministrazione comunale diffonde i dati annuali dei quattro Musei civici, dei grandi eventi e dell’Infopoint di piazza del Comune, numeri che descrivono una situazione in costante miglioramento.

| Scritto da Redazione
Cremona I Musei Civici vicini ai 65.000 visitatori in un anno, in crescita del 7,3% Cremona I Musei Civici vicini ai 65.000 visitatori in un anno, in crescita del 7,3% Cremona I Musei Civici vicini ai 65.000 visitatori in un anno, in crescita del 7,3% Cremona I Musei Civici vicini ai 65.000 visitatori in un anno, in crescita del 7,3%

Cremona I Musei Civici vicini ai 65.000 visitatori in un anno, in crescita del 7,3%

Vanno forte anche i festival. E i turisti crescono del 18,8% all’Infopoint. Un anno tutto in positivo il 2018 per la cultura e il turismo in città. Come ogni anno, l’Amministrazione comunale diffonde i dati annuali dei quattro Musei civici, dei grandi eventi e dell’Infopoint di piazza del Comune, numeri che descrivono una situazione in costante miglioramento.

Partendo dai musei, la Pinacoteca - dopo l’exploit del 2017 che è stato l’anno del “quasi raddoppio” dei visitatori (+74,5% sul 2016) - non ha arrestato la sua crescita. Nel 2018 ha fatto registrare un aumento di 1.525 visitatori con un aumento percentuale del 7% rispetto all’anno precedente. Un risultato ottenuto grazie alla vivace e costante attività della Pinacoteca che attualmente ospita la mostra “Il Regime dell’Arte”, curata da Vittorio Sgarbi e Rodolfo Bona, e che in questo 2019, sarà luogo di una importante esposizione condotta in sinergia con importanti musei europei e di mostre e attività durante tutto l'anno.

Al Museo Archeologico l’Amministrazione, con l’esperienza virtuale nella Domus del Ninfeo, ha puntato sull’innovazione e la scelta ha pagato. Anche qui, infatti, il miglioramento rispetto al 2017 è significativo: +8,5% di visitatori. E per continuare a migliorare, sono in programma altre iniziative che coniugano l’archeologia con le nuove tecnologie con l’obiettivo di suscitare l’interesse di un pubblico sempre più ampio, anche di quello più giovane.

In crescita anche il Museo di Storia Naturale, che - grazie all’attività con le scuole e con i più piccoli, anche in questo caso con proposte tecnologicamente innovative - nel 2018 ha aumentato le presenze del 6,4% e il Museo del Cambonino che con le numerose e varie attività culturali e di coesione sociale proposte durante l'anno è arrivato a 6.500 visitatori con una crescita a doppia cifra sul 2017 (+10,8%).

 In totale in un anno sono state registrate nelle quattro sedi museali 64.677 presenze, oltre 4.400 in più del 2017, con un incremento del 7,3% sull’anno precedente. Numeri importanti che avvicinano i Musei civici all’obiettivo delle 65mila presenze, traguardo che l’Amministrazione punta a raggiungere e superare nel corso di quest’anno.

Successo anche per la sede espositiva di Santa Maria della Pietà che nel corso del 2018 (escludendo l’iniziativa “Mattoncini all’ombra del Torrazzo) è stata frequentata da 12.063 persone, 15,6% in più rispetto all’anno precedente. Da segnalare l’ottimo riscontro delle mostre dell’Associazione Tapirulan (oltre 4.000 persone per Tony Wolf e Mordillo), del Centro Fumetto con “Igort” (quasi 2.000), dei Burattini e Marionette della Collezione di Anna Triboldi (2.000) e delle motociclette d’epoca del Cavec e Motoclub Torrazzo (3.400), quest’ultima frutto di una nuova collaborazione che è confermata anche per il 2019.

Il 2018 è stato anche l’anno della presenza di Cremona e del genio cremonese di Janello Torriani a Madrid, riscoperto grazie ad una mostra di grande successo (con 22mila visitatori) allestita tra il 2016 e il 2017 al Museo del Violino che è stata esportata a febbraio dello scorso anno, in una formula appositamente studiata per l’occasione, alla Biblioteca Nazionale spagnola. L’esposizione nella capitale spagnola, curata dalla Conservatrice del Museo di Storia Naturale Cinzia Galli con il coinvolgimento di Biblioteca statale di Cremona, Archivio di Stato e Camera di Commercio, ha attirato 34.298 visitatori. La collaborazione tra Cremona e Madrid non termina qui: proseguirà anche nel 2019 con un evento a fine gennaio dedicato alla nostra città presso l’Ambasciata italiana a Madrid in occasione di Fitur, Fiera internazionale del turismo.

Anche i grandi festival estivi urbani sono stati un successo. Il Festival Acquedotte che nel 2018 ha portato artisti di fama nazionale e internazionale in piazza del Comune e a palazzo Trecchi ha fatto registrare 14.950 spettatori, 6.150 in più del 2017 con un incremento di pubblico del 69,8%. Anche il Porte Aperte Festival è risultato in crescita con 10.000 presenze ad eventi diffusi, Porta Mosa e anteprime, 2.500 in più rispetto al 2017 (+33,3%). Incremento di pubblico anche per il Tanta Robba, festival organizzato dall’Associazione Amici di Robi con la collaborazione e il contributo del Comune presso il comparto del parco Po, che ha totalizzato nel 2018 ben 30mila presenze. Ma non solo grandi eventi. Il riscontro è positivo anche per le numerose iniziative di animazione urbana organizzate dall’Amministrazione, anche in sinergia con Associazioni, gruppi e categorie, in centro e nei quartieri. In particolare, da segnalare, le otto serate della seconda edizione di Ballo nei quartieri, la rassegna Sguardo ConCorde con i concerti alla casa di Stradivari che hanno attirato circa 1.200 spettatori tra cremonesi e turisti, l’Effetto Domino in centro con l’esibizione “a catena” di 200 ballerini, i pianoforti diffusi in città e disponibili per essere suonati, in concomitanza con Mondomusica, e i tanti eventi organizzati con il Distretto urbano del commercio, tra cui i Giovedì d’estate delle Botteghe del centro con in particolare Stradeejay vari, evento organizzato da Andrea e Michele di Radio Deejay che ha fatto il pieno con 4.000 partecipanti in piazza Stradivari, e il programma del Natale da favola.

Per concludere, ecco i numeri degli accessi all’Infopoint, che in soli due anni (l’Amministrazione comunale ne ha assunto la gestione dalla Provincia nel 2016) ha incrementato le presenze del 28,8%. Nel 2018, nello specifico, sono state 63.932 le persone che si sono rivolte all’ufficio turistico di piazza del Comune, 10.157 in più del 2017 per una crescita del 18,8%. In aumento sia gli italiani (nel 2018 50.138), sia gli stranieri (nel 2018 13.794): i primi del 14%, i secondi del 40% rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda la distribuzione durante l’anno, il mese clou per gli accessi è stato sicuramente novembre complice la Festa del Torrone (23.658), seguito da aprile (8.080), settembre (4.590), maggio (4.555) e agosto (4.064, quasi il doppio del 2017). Un risultato ottenuto grazie alla crescita costante dei turisti in città, all’ampliamento degli orari di apertura e dei servizi, alla gestione virtuosa tra pubblico e privato. Lo scorso anno è stato caratterizzato anche dalla partenza del nuovo sito del turismo in sinergia con la Regione (www.turismocremona.it) e dall’avvio

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

598 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online