Giovedì, 21 novembre 2019 - ore 17.19

Cremona Il formigoniano Malvezzi (centrodestra) sfiderà Galimberti (centrosinistra) L’ira di Alessandro Zagni (di G.C.Storti)

Sarà una lotta all’ultimo voto ed il savoir-faire ( classe, garbo, finezza, grazia, stile, tatto, delicatezza, riguardo, abilità, diplomazia, prudenza, accortezza ) di Galimberti si misurerà con il suo contrario (mancanza di tatto, indelicatezza, imprudenza, sconsideratezza) di cui Malvezzi ha già fornito in passato molte dimostrazioni.

| Scritto da Redazione
Cremona Il formigoniano Malvezzi (centrodestra) sfiderà Galimberti (centrosinistra) L’ira di Alessandro Zagni (di G.C.Storti)

Cremona Il formigoniano Malvezzi (centrodestra) sfiderà Galimberti (centrosinistra) L’ira di Alessandro Zagni (di G.C.Storti)

Sarà una lotta all’ultimo voto ed il  savoir-faire  ( classe, garbo, finezza, grazia, stile, tatto, delicatezza, riguardo, abilità, diplomazia, prudenza, accortezza  ) di Galimberti si misurerà con il suo contrario (mancanza di tatto, indelicatezza, imprudenza, sconsideratezza) di cui Malvezzi ha già fornito in passato molte dimostrazioni.

Insomma alla fine Alessandro Zagni ( Lega) è stato sconfitto ed i leader del centrodestra hanno scelto il formigoniano Carlo Malvezzi (FI) già vicesindaco di Oreste Perri e Consigliere Regionale- prima di FI , poi passato con Fini e ritornato in FI-  ( non rieletto nell’ultima tornata).

La Lega per il momento incassa la sconfitta mentre il Malvezzi offre la carica di vide sindaco a Zagni, che però, sul suo profilo FB non fa nulla per attenuare la sua ira.

Infatti Alessandro Zagni (Lega) dichiara  :’Hanno deciso a Roma ed hanno scelto i leader della coalizione, sono deluso ma rispetto la decisone. Sono uno sportivo e sto alle regole del gioco. Penso che Cremona meritasse maggiore attenzione, i cremonesi questa volta avevano dato una indicazione chiara sul loro candidato sindaco di centrodestra. Sono stato circondato da un entusiasmo crescente, partito sui social, dal primo post su Facebook alla festa del Torrone, e presto ci siamo conosciuti in città, oggi siete in tanti a fermarmi anche solo per salutarmi o invitarmi a non mollare. Ci meritavamo di vincere con le nostre idee e la nostra voglia di cambiamento, perché sentivamo che il rilancio di Cremona aveva bisogno del nostro contributo. Vi ringrazio tutti, e ringrazio la Lega cittadina, i suoi vertici e militanti, che mi hanno sempre sostenuto lealmente e hanno lottato al mio fianco fino in fondo. Per noi la partita non è finita, perché come vi ho sempre detto, l’importante sarà vincere il 26 maggio. Vedremo come fare, di certo avevamo immaginato un percorso diverso. Ma insieme alla Lega ed insieme a voi farò la scelta giusta, perché amiamo Cremona e questa è la motivazione più forte che ci spinge a continuare’.

Carlo Malvezzi (F.I.) dichiara : ‘Metto a disposizione della mia città l'esperienza, la passione, il cuore, la forza di tanti anni di lavoro. Alessandro Zagni è un amico, lo stimo profondamente e sarò felice se deciderà di amministrare la città al mio fianco".

Insomma cerca di assorbire la rabbia degli elettori leghisti che già nei giorni scorsi mentre esprimevano solidarietà a Zagni dichiaravano che non avrebbero in nessun caso votato Malvezzi.

Per il centro sinistra abbiamo raccolto il commento di Andrea Virgilio (PD) che scive su FB : ‘Questa notte le lancette andranno avanti di un’ora, mentre a Cremona il centrodestra è tornato indietro di 10 anni. Un ritorno al passato, a personaggi che oggi cercano fortuna a Palazzo Comunale dopo averla inseguita invano nella Lombardia formigoniana e dopo aver ricoperto la carica da vicesindaco dentro a quella giunta contestata pesantemente dalla stessa Lega. Un’armata brancaleone che in questi mesi ci ha offerto solo un trailer del cattivo spettacolo che darebbero al governo della città’.

In molti si chiedono se la candidatura di Malvezzi potrà favorire o meno Galimberti. Il nuovo direttore del giornale ‘La Provincia’ nei giorni scorsi scriveva cha la non decisione sul candidato sindaco avrebbe favorito il centrosinistra. Sarà vero?

Sicuramente Malvezzi dovrà ricompattare il suo elettorato , mentre Galimberti, per vincere ha bisogno di conquistare voti di quei cittadini che magari sono non sono di centrosinistra ma che apprezzano il lavoro fatto dalla sua giunta. Insomma la partita sarà vinta puntando anche sul voto disgiunto che consente di votare un candidato sindaco di uno schieramento e la lista di un altro.

Gian Carlo Storti (welfare cremona)

 

 

1401 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online