Mercoledì, 12 agosto 2020 - ore 08.36

Cremona: Imprese giovani e vero Made in Italy a San Bassano

Appuntamento domenica 14 settembre

| Scritto da Redazione
Cremona: Imprese giovani e vero Made in Italy a San Bassano

Ci saranno anche i giovani imprenditori agricoli di Coldiretti Cremona – con il loro invito a portare in tavola il vero Made in Italy, buono, sicuro e garantito dagli agricoltori – tra i protagonisti della ottava edizione di “San Bassano Expo 2014”, appuntamento che domenica 14 settembre accoglierà nel cuore di San Bassano (in piazza Mons. Frosi e lungo via Roma) sessanta stand che racconteranno le produzioni, lo sport, la gastronomia, la bellezza del territorio.

Ci saranno alcuni produttori del Mercato di Campagna Amica, con i frutti della nostra agricoltura (dai lattiero-caseari ai prodotti di mais corvino), e ci sarà uno stand, rigorosamente giallo, dove i giovani potranno incontrarsi e dialogare sul percorso di Giovani Impresa e sui temi che più interessano la nostra agricoltura.

Il tutto nell’ambito di una manifestazione – promossa dal Comune di San Bassano e dal Comitato Commercianti e Imprenditori – che si aprirà alle ore 9 per proseguire fino alle 19, con una serie di eventi e spettacoli (fra cui l’esibizione delle majorettes, i tornei di basket e football, gli esercizi equestri western, e molto altro).

“Abbiamo risposto volentieri all’invito che ci è stato rivolto dagli organizzatori, prendendo parte all’iniziativa – sottolinea Carlo Maria Recchia, delegato di Coldiretti Giovani Impresa Cremona –. Per noi giovani è un’occasione per incontrarci, e per rafforzare il dialogo con i consumatori, mostrando tutto l’impegno e tutta l’attenzione alla qualità che stanno dietro i nostri prodotti, e rinnovando l’invito a scegliere il vero Made in Italy, e a pretendere che sia riconoscibile, a partire dall’origine in etichetta”. 

Fonte: Coldiretti Cremona

1130 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Coldiretti Cremona Clamorosa svolta di COPAGRI che ora invoca le quote-latte

Coldiretti Cremona Clamorosa svolta di COPAGRI che ora invoca le quote-latte

E chi glielo spiega adesso a Roberto Cavaliere che oggi a Casalbuttano sta protestando proprio a favore delle quote-latte? Già, perché Cavaliere - che oggi è presidente di Copagri Lombardia - fino a ieri è stato il leader dei Cobas del latte, del movimento di allevatori che chiedeva di poter produrre senza vincoli produttivi, in nome di quella libertà d’impresa che da sola avrebbe consentito di superare le crisi di mercato.