Lunedì, 06 dicembre 2021 - ore 21.13

Cremona Taglio Alberi. Anche e associazioni chiedono la moratoria a Galimberti

Le associazioni Legambiente-WWF-Italia Nostra-Creafuturo-Fiab- Cremona Stati Generali Clima Ambiente e Salute con lettera chiedono a Galimberti la moratoria

| Scritto da Redazione
Cremona Taglio Alberi. Anche e associazioni chiedono la moratoria a Galimberti

Cremona Taglio Alberi. Anche e associazioni chiedono la moratoria a Galimberti

Le associazioni  Legambiente Cremona - WWF Cremona - Italia Nostra Cremona Creafuturo per l’economia circolare - Fiab Cremona Stati Generali Clima Ambiente e Salute della Provincia di Cremona in una lettera chiedono a Galimberti la moratoria

Ecco il testo della lettera

Alla c.a. del Sindaco Gianluca Galimberti

dell’Assessore e del dirigente competenti per materia

Oggetto: Interventi in atto sul patrimonio arboreo comunale. Richiesta di moratoria.

Vista la determina dirigenziale con la quale è stato conferito l’incarico professionale a Miceli Solari Agronomi Studio Associato di Piacenza - v.le Sant'Ambrogio, 19 (P.Iva 01687630333), per l'esecuzione di analisi strumentale e visive (metodo V.T.A.) sul patrimonio arboreo comunale, per una spesa complessiva di Euro 20.000,00;

Dato atto che il 15 giugno scorso l’amministrazione comunale ha dato comunicazione degli esiti delle indagini che hanno interessato le vie Aglio, Cimitero, Cipressi, Serio, Adda, Fulcheria, Ippocastani, Marmolada, viale Po e i bastioni di Porta Mosa. Gli esiti del lavoro sono stati presentati anche attraverso un parere sintetico che si configura attraverso la Classe di Propensione al Cedimento (CPC);

Viste in proposito le dichiarazioni dell’assessore Virgilio secondo cui delle 26mila piante mature ad alto fusto presenti in città, nel censimento periodico messo in atto dall’Amministrazione in alcune vie della città, 133 sono state classificate in categoria D, e che tale classificazione ne obbliga ora l’abbattimento per la salvaguardia dell’incolumità pubblica e privata;

Considerato che l’intervento di abbattimento vero e proprio è iniziato solo il 18 agosto in Via Adda e proseguito in via Boschetto, e che lo stesso interesserà nei prossimi giorni ulteriori vie cittadine (BOSCHETTO, CIPRESSI, ADDA e MARMOLADA), così come si evince anche dall’Ordinanza sulla circolazione stradale emessa il 7 agosto scorso dal responsabile del servizio di Polizia locale;

Atteso che detti lavori di abbattimento sono eseguiti, per conto di AEM Spa (società in house del Comune, alla quale sono stati affidati i compiti per la gestione del verde pubblico), dall’impresa incaricata, THE GREEN WAVE SRL, con sede a Giano Dell’Umbria (PG);

Considerato che la città di Cremona risulta la seconda più inquinata d’Europa e che pertanto necessita di una urgente azione tesa al miglioramento della qualità dell’aria;

Considerato inoltre che la lotta ai cambiamenti climatici, a cui tutti gli enti sono obbligati a concorrere, necessita tra le misure più importanti da adottare quella dell’incremento del patrimonio arboreo e del mantenimento in salute di quello esistente;

Considerato che l’Amministrazione Provinciale nell’autorizzare il taglio di 96 mq di bosco retrostante l’autolavaggio di via Castelleone per consentirne l’ampliamento, ha però dato severe prescrizioni, sia al privato che effettuerà l’ampliamento, ma soprattutto al Comune di Cremona: “La commissione – si legge nell’atto autorizzativo del settore Ambiente della Provincia – coglie l’occasione per segnalare le problematicità presenti nell’isolato urbano interessato sollecitando l’Amministrazione Comunale a garantirne una pianificazione più organica e di ampia scala che tenga conto anche delle sue significative peculiarità paesaggistico – ambientali e della qualità della vita dei cittadini”.

Dato atto che, come risulta dai resoconti giornalistici e dalla testimonianza dei presenti, da un primo esame visivo degli alberi abbattuti in via Adda sembrerebbe non avvalorata la tesi che si tratterebbe di alberi ammalati o comunque non in condizioni tali da richiederne l’abbattimento, ma piuttosto una adeguata e costante manutenzione;

 Tutto ciò premesso, si chiede

-che venga convocata al più presto la Commissione Ambiente del Comune, al fine di dare corso ad un’aggiornata analisi della situazione, verificando nel contempo la sussistenza dei presupposti posti a base del programma di abbattimento precedentemente definito;

-che nelle more dello svolgimento, da parte della commissione consiliare, dell’analisi sopra proposta, venga sospesa ogni attività di abbattimento già prevista, rimandando così ogni decisione di merito all’espletamento di questo nuovo approfondimento, le cui conclusioni, fatte proprie dagli organi competenti, dovranno costituire atto di indirizzo per la successiva fase di gestione da parte del dirigente competente per materia;

-che ai lavori della Commissione Ambiente Comunale vengano invitate a partecipare una rappresentanza dei consigli di quartiere e delle sottoscritte associazioni ambientaliste.

Cremona, lì 21 agosto 2021

Legambiente Cremona - WWF Cremona - Italia Nostra Cremona

Creafuturo per l’economia circolare - Fiab Cremona Stati Generali Clima Ambiente e Salute della Provincia di Cremona

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

684 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online