Giovedì, 21 ottobre 2021 - ore 18.02

Degli Angeli (M5S Lombardia): Tamponi effettuabili dal medico di base. Fontana e Gallera non sanno più che fare

“Da Fontana e Gallera soluzione contraddittoria di chi non sa più cosa fare. Ora quali saranno le strategie per garantire la sicurezza?”

| Scritto da Redazione
Degli Angeli (M5S Lombardia): Tamponi effettuabili dal medico di base. Fontana e Gallera non sanno più che fare

Degli Angeli (M5S Lombardia): Tamponi effettuabili dal medico di base. Fontana e Gallera non sanno più che fare

“Da Fontana e Gallera soluzione contraddittoria di chi non sa più cosa fare. Ora quali saranno le strategie per  garantire la sicurezza?”

“Dall’inizio dell’emergenza sanitaria la guida di regione Lombardia si è dimostrata spesso confusa e incoerente. Lo è ancor di più oggi, aprendo le porte al virus nelle stanze dei medici di base. Prima dimenticati e ora chiamati, come ultima spiaggia, a combattere in prima linea. Diamo una notizia al governatore, i MMG si sono messi a disposizione da mesi senza alcun riconoscimento e attenzione  da parte della regione a guida Leghista”.

Sono le parole del consigliere regionale del M5S Lombardia Marco Degli Angeli. Sono perentorie e arrivano diritte dritte al punto o meglio, alla realtà. “In un complesso e difficile momento come questo - sottolinea Degli Angeli - sembra che il minimo comune denominatore sia la parola confusione”.

 Quando infatti un accordo è stato trovato - ora i tamponi potranno essere fatti all’interno degli studi medici compresi i pediatri di famiglia -, Marco Degli Angeli sottolinea una sostanziale incongruenza: “Prima, come più volte Giorgetti (Lega) ha sottolineato, sono stati ritenuti inutili e da abolire né sono stati coinvolti in nessuna iniziativa di rete territoriale, quando invece rappresentano uno dei pochi baluardi che resistono a tutela della salute dei cittadini. Ora, giustapposto, vengono chiamati in prima linea e buttati nella mischia a fare i tamponi perché Fontana e Gallera non sanno più da che parte girarsi”.

Nel frattempo, nonostante il M5S Lombardia abbia più volte chiesto e lo continua a chiedere dall’inizio dell’emergenza, il potenziamento dei laboratori, dei professionisti di analisi e della medicina generale, i tamponi, spiega Degli Angeli “vanno in treno a Napoli, mentre gli ospedali si intasano con assembramenti pericolosi per fare dei tamponi”. La parola d’ordine sembra essere sempre la stessa: confusione. “Se ne aggiunge un’altra - chiosa il consigliere - ed è quella di incompetenza. Regione sta navigano a vista e lo dimostra giorno dopo giorno. Quello che mi preoccupa di più non è tanto l’idea di servirsi ora dei medici di medicina generale, quanto più l’incapacità gestionale dimostrata finora e con la quale verrà gestita questa proposta”.

In poche parole, quello che preoccupa il consigliere Degli Angeli è l’iter che verrà seguito. Soprattutto quando, all’interno degli studi, l’età media non è del tutto bassa e si rischia il contatto di positivi tra soggetti potenzialmente a rischio. “Quando molti studi medici, spesso di dimensioni medio piccole, si trovano all’interno di condomini, cosa verrà fatto - si chiede il consigliere - per garantire la sicurezza di tutti?”.

Un importante quesito che, si spera, possa trovare una valida risposta. Nel frattempo Degli Angeli conclude dipingendo la situazione: “Gallera e Fontana non sanno davvero più che fare mentre le Ats e Asst fanno da scaricabarile, l’assessorato al Welfare è in ritardo su tutto: dal tracciamento ormai saltato, alla campagna dei vaccini. Per non parlare del reclutamento del personale o della gestione delle liste attesa di attesa. L’organizzazione dei tamponi, ovviamente finora fallimentare è l’ultima ciliegina sulla torta”.

460 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online