Giovedì, 20 giugno 2024 - ore 00.58

Diritto di sciopero: Guerra (#Pd), Annullamento precettazione decisa da Salvini

Viene confermato un diritto costituzionalmente garantito

| Scritto da Redazione
 Diritto di sciopero: Guerra (#Pd), Annullamento precettazione decisa da Salvini

 Diritto di sciopero: Guerra (Pd), Annullamento precettazione decisa da Salvini conferma un diritto costituzionalmente garantito

"L’ordinanza di precettazione con cui il ministro Salvini ha imposto la riduzione a 4 ore dello sciopero nazionale del settore trasporto pubblico locale previsto per il 15 dicembre scorso, proclamato per 24 ore, ha violato la legge ed è affetta da “eccesso di potere per carenza di presupposto”.

Questa la pesante sentenza con cui il Tar del Lazio annulla l’ordinanza e condanna il soccombente al pagamento delle spese processuali, a favore dei sindacati ricorrenti (USB Lavoro Privato, Cobas Lavoro Privato, ADL Cobas, SGB, CUB Trasporti e AL Cobas)

Una sentenza che ci ricorda che con il diritto di sciopero, costituzionalmente garantito, non si può scherzare. Secondo il Tar, con la sua ordinanza Salvini ha messo in discussione i dettati posti dalla legge per limitare “l’ingerenza politica sul diritto di sciopero” perché è stata presa senza specificare i motivi di necessità e urgenza che avrebbero potuto giustificare il suo intervento una volta che la Commissione di garanzia aveva già dato via libera alla mobilitazione indetta dai sindacati di base. Insomma ministro Salvini, deve capire che non basta dire, come lei ha fatto che “4 ore di astensione bastano”: per fermare uno sciopero legittimo ci vogliono motivazioni più solide".

Così in una nota Maria Cecilia Guerra, responsabile Lavoro nella segreteria nazionale del PD.

Roma  marzo 2024

174 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online