Domenica, 25 agosto 2019 - ore 00.44

Dopo le primarie PD Matteo Renzi ce la farà. Santo Canale (Cremona)

Un risultato molto positivo. A cominciare dall’affluenza: quasi 7mila persone solo nella provincia di Cremona. E non dimentichiamo il ponte del 1 maggio, un’ulteriore ostacolo alla partecipazione ai seggi.

| Scritto da Redazione
Dopo le primarie PD  Matteo Renzi ce la farà. Santo Canale (Cremona)

A pochi giorni dalle primarie del Partito Democratico, l’entusiasmo è ancora nell’aria e tocca a Santo Canale, consigliere comunale di maggioranza e membro della segreteria cittadina, esprimere la propria soddisfazione: “Un risultato molto positivo. A cominciare dall’affluenza: quasi 7mila persone solo nella provincia di Cremona. E non dimentichiamo il ponte del 1 maggio, un’ulteriore ostacolo alla partecipazione ai seggi.

Tuttavia – continua Canale – i risultati sono stati sorprendenti, oltre le nostre aspettative. Anche a livello nazionale la partecipazione della gente si è sentita: quasi 2 milioni di persone nella sola giornata di domenica hanno dato una lezione di democrazia mettendosi in coda per votare il segretario del PD.

Ovviamente i numeri sono diversi dalle primarie del 2013, ma lo stesso Matteo Renzi ha riconosciuto la grande differenza rispetto a quel fortunato periodo politico, definendolo (parole sue) “un’altra era”. Di certo, lo strumento delle primarie ha favorito la diffusione del senso di partecipazione dei cittadini e ancora di più ha contribuito l’estensione del diritto di voto anche ai non iscritti che non si sono fermati nemmeno dinanzi al (piccolissimo) contributo economico richiesto. Uno strumento, quello del voto aperto, che si temeva potesse essere utilizzato per sola contrapposizione al candidato favorito Renzi, invece anche in questo caso i risultati hanno sorpreso tutti.

Le primarie del PD hanno segnato un nuovo punto d’inizio per il partito che, dopo esser stato spesso accusato di essere “lo strumento di un solo individuo”, ha rimesso il proprio futuro nelle mani dei cittadini, essenza della democrazia. E i cittadini hanno risposto: partecipando, votando, ed, infine, facendo la propria scelta. Con oltre il 70% dei voti Matteo Renzi ha sbaragliato la concorrenza e non posso che esprimere la mia più grande soddisfazione in merito: Matteo è una figura positiva, una risorsa per il partito con ancora moltissimo da dare. La strada è lunga e l’obiettivo primario è riconquistare la fiducia ed il consenso degli elettori ma , grazie alla spinta di ottimismo derivante da questa vittoria, sono fiducioso che ce la farà.

Lo stesso Renzi ha definito l’esito delle primarie non una rivincita, ma un punto di partenza da cui ripartire uniti, coesi, rispettando la molteplicità delle correnti di pensiero e lavorando tutti rivolti in un’unica direzione: quella della ricostruzione di un grande partito in grado di guidare il nostro paese verso la rinascita.

Io stesso mi auguro che termini come “minoranza” o “scissione” spariscano dai nostri tavoli di confronto per lasciare spazio ad una maggiore collegialità, alla condivisione e alla discussione costruttiva; basta perdere tempo in lotte di potere interne ma rifocalizzarsi in toto sul ruolo della politica e sulle necessità dei cittadini. Mettiamo un punto a questa brutta parentesi di politica degli ultimi mesi.

La chiave di svolta sarebbe trovare un equilibrio tra la spinta riformista che Renzi ha saputo conferire al partito in un momento di grande bisogno di rinnovamento, la capacità di riportare nelle sedi del partito la voglia di confrontarsi e costruire insieme dando spazio, perché no, anche ai giovani politici del domani con la loro ventata di freschezza, senza dimenticare i principi cardine della sinistra che hanno reso grande il Partito Democratico, ma scrollandosi di dosso i residui del conservazionismo che il partito ancora si trascina.

E se appena un paio di mesi fa – conclude Canale – affermavo quanto Matteo (nonostante la sfida fosse una delle più difficili mai affrontate da un partito) avesse tutte le carte in regola per riconferire una direzione comune al PD e con esso ridare fiducia ad un popolo bisognoso più che mai di una politica fatta di progetti concreti e responsabilità; ad oggi, forte della risposta dei cittadini e del grande risultato di domenica mi sento di ribadirlo: Matteo Renzi ce la farà.

Santo Canale , segreteria Cittadina PD Cremona

 

2280 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online