Mercoledì, 07 dicembre 2022 - ore 23.19

Epatite C in calo tra le persone HIV+ grazie all’aumentato accesso alle terapie.

| Scritto da Redazione
Epatite C in calo tra le persone HIV+ grazie all’aumentato accesso alle terapie.

La disponibilità di antivirali ad azione diretta ha consentito di dimezzare i nuovi casi di epatite C tra persone con infezione da HIV in alcuni contesti ad alto reddito, a quanto osservato da un nuovo studio i cui risultati sono stati presentati questa settimana alla Conferenza su Retrovirus e Infezioni Opportunistiche (CROI 2022).

Gli attuali obiettivi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per l’eliminazione dell’epatite C entro il 2030 incoraggiano a puntare a un numero di nuove infezioni inferiore a 5 su 100.000 persone, e inferiore a 2 su 100 per i consumatori di sostanze stupefacenti per via iniettiva.

Per valutare i passi avanti compiuti verso l’obiettivo dell’eliminazione dell’epatite C nelle persone HIV-positive, e contemporaneamente per sondare l’impatto degli antivirali ad azione diretta sulla sua incidenza, l’International Collaboration on Hepatitis C Elimination in HIV Cohorts ha raccolto dati relativi a 105.402 pazienti appartenenti a dieci coorti in Francia, Spagna, Svizzera, Paesi Bassi e Australia.

 

227 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria