Giovedì, 21 marzo 2019 - ore 06.56

Federconsumatori Cenone 2018: il costo del menù aumenta del +0,6% per la Vigilia di Natale e del +2,1% per Capodanno.

Mancano ormai pochi giorni alle date fondamentali del periodo natalizio e molte famiglie in queste settimane si sono occupate dell’allestimento di alberi e addobbi, dell’acquisto dei regali e della preparazione dei menù per le cene di Natale e di Capodanno.

| Scritto da Redazione
Federconsumatori  Cenone 2018: il costo del menù  aumenta del +0,6% per la Vigilia di Natale e del +2,1% per Capodanno.

Federconsumatori  Cenone 2018: il costo del menù  aumenta del +0,6% per la Vigilia di Natale e del +2,1% per Capodanno.

 Mancano ormai pochi giorni alle date fondamentali del periodo natalizio e molte famiglie in queste settimane si sono occupate dell’allestimento di alberi e addobbi, dell’acquisto dei regali e della preparazione dei menù per le cene di Natale e di Capodanno.

La stragrande maggioranza degli italiani trascorre la sera del 24 dicembre con i parenti tra le mura domestiche mentre per Capodanno solo 1 famiglia su 6 sceglierà di cenare fuori casa.

Anche se rispetto agli anni scorsi i consumatori si mostreranno meno disposti a compiere ulteriori rinunce a causa delle condizioni economiche, saranno comunque in molti, soprattutto le famiglie numerose, a selezionare prodotti sì tradizionali e non troppo ricercati con una certa attenzione al contenimento dei costi. In occasione dei festeggiamenti del 31 dicembre, i più giovani, compatibilmente con le possibilità economiche, sceglieranno la cena al ristorante o la gita fuoriporta mentre gli altri trascorreranno la serata a casa con amici, magari contribuendo ciascuno con una specialità culinaria.

Come di consueto l’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha realizzato l’indagine sulle spese che le famiglie italiane sosterranno per organizzare le cene della Vigilia di Natale e di Capodanno. Anche quest’anno ai fini della ricerca sono stati considerati i costi di due tipologie di menu, sia per la cena del 24 dicembre che per quella di Capodanno.

La spesa media per il menu “classico” del cenone di Natale (Tab.1.1) sarà di 34,34 euro a persona, pari a 206,04 euro per una famiglia di sei persone (due genitori, due figli e due nonni) con un incremento del +1,3% rispetto allo scorso anno mentre per il menu “anticrisi” (Tab.1.2) la cifra si attesterà a quota 16,42 euro a persona, per una spesa di 98,52 euro a famiglia (il 52% in meno rispetto al menu classico) che fa registrare un aumento del +0,6% sul 2017.

Per quanto riguarda invece il cenone di Capodanno, il menu classico (Tab.2.1) costerà 42,99 euro a persona, pari a 257,94 € (+0,9% rispetto al 2017) per una famiglia composta da genitori, due figli e due nonni. L’opzione “anticrisi”, invece, implicherà una spesa inferiore del 39% rispetto al menu classico: 26,33 euro a testa, quindi 157,98 euro per una famiglia di sei persone (+2,1% rispetto al 2017).

A prescindere dalla scelta del menu, è consigliabile approfittare delle numerose occasioni e promozioni proposte in questi giorni dagli esercizi commerciali. L’obiettivo del risparmio, tuttavia, non deve far passare in secondo piano la qualità e la sicurezza, quindi è fondamentale controllare etichette e date di scadenza nonché diffidare dei prodotti contraffatti.

388 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online