Venerdì, 14 giugno 2024 - ore 01.24

FRANCIA - Legalizzazione autocoltivazione.

| Scritto da Redazione
FRANCIA - Legalizzazione autocoltivazione.

I Cannabis Social Club davanti alle Prefetture  
Alcuni “Cannabis Social Club” (CSC), gruppi di persone che coltivano cannabis e dividono tra se' la produzione senza farne commercio, si recheranno davanti a diverse prefetture francesi il prossimo lunedi' 25 marzo. Lo ha fatto sapere il portavoce del movimento Dominique Broc. L'obiettivo di questi gruppi, favorevoli alla depenalizzazione della cannabis e all'autoproduzione, e' di autodenunciarsi come associazioni senza scopo di lucro al fine di legalizzare la propria attivita'. I CSC sono illegali in Francia ma esistono gia' in Spagna e in Belgio. Un totale di 400 CSC -dice Broc- gia' esistono, ma non tutti si autodenunceranno lunedi' prossimo. “L'iniziativa e' per sapere cosa intende fare il governo di fornte a questa autodenuncia”. Broc ha gia' depositato nella Prefettura di Indre-et-Loire gli statuti della “Féderation de cannabis social clubs”. Anche se la giustizia o il prefetto possono intervenire per farli sciogliere, Broc fa sapere che questa prima iniziativa e' un “atto di disobbedienza civile” che demarca “l'inizio del riconoscimento del popolo dell'erba”. La legge francese del 1901 sulle associazioni prevede che “tutte le associazioni basate su una causa o con un obiettivo illegale, contraio alle leggi ... sono illegali e non hanno alcun valore”. A fine febbraio Broc era stato arrestato e messo in galera per detenzione illegale di cannabis, dopo che aveva fatto sapere che a casa sua coltivava delle piante, e per questo dovra' presentarsi in tribunale il prossimo 8 aprile
Notizia  22 marzo 2013

fonte :Audc

1577 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

La Commissione europea ha aperto oggi, 9 luglio, un invito a presentare proposte, con uno stanziamento di 35 milioni di euro, a favore dello sviluppo dell’analisi delle immagini medicali per la diagnosi del cancro, basata sull’intelligenza artificiale, e di altri strumenti e tecniche di analisi per la prevenzione, la previsione e la cura delle forme più comuni di cancro.