Martedì, 04 ottobre 2022 - ore 05.48

GLI USA SOSTENGONO IL GIAPPONE NELLA ZONA DI LIBERO SCAMBIO ASIA-PACIFICO

| Scritto da Redazione
GLI USA SOSTENGONO IL GIAPPONE NELLA ZONA DI LIBERO SCAMBIO ASIA-PACIFICO

Il progetto di integrazione sovranazionale è compartecipato anche da Messico, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Malesia, Singapore, Vietnam, Brunei, Cile e Perù. Gli Stati Uniti vicini al rafforzamento della posizione sul fronte occidentale
FILADELFIA - Un ponte sull'Oceano per scalare l'economia globale. Nella giornata di venerdì, 12 Aprile, gli Stati Uniti d'America hanno concordato l'ingresso del Giappone nella Zona di Libero Scambio Asia-Pacifico.
Con l'ingresso del Giappone, questo progetto di integrazione sovranazionale, che oltre agli USA comprende anche Messico, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Perù, Cile, Malesia, Vietnam, Singapore e Brunei, e destinato a coprire il 40% dell'economia del Mondo.
Per gli Stati Uniti d'America, l'ingresso del Giappone nella Zona di Libero Scambio Asia-Pacifico rappresenta una possibilità per riequilibrare la politica estera di Washington sul versante occidentale.
Nel Gennaio 2013, gli USA hanno avviato le trattative con l'Unione Europea per il varo di una simile Zona di Libero Scambio Nord Atlantica, che garantisca la libera circolazione di merci e forza lavoro tra le due sponde dell'Oceano Atlantico.
L'apertura di Washington all'ingresso del Giappone nella Zona di Libero Scambio Asia-Pacifico rappresenta un considerevole vantaggio anche per Tokyo, il quarto partner economico degli Stati Uniti d'America.
Come dichiarato dal Primo Ministro giapponese, Shinzo Abe, la partecipazione del Giappone nella Zona di Libero Scambio Asia-Pacifico consente a Tokyo di aprire l'economia ad investimenti esteri.
Inoltre, gli imprenditori giapponesi hanno la possibilità di incrementare le esportazioni nazionali.
L'ingresso del Giappone, proposto dagli Stati Uniti d'America, deve ora essere discusso dai Paesi membri ed approvato all'unanimità.

Matteo Cazzulani
Free lance journalist and energy deals consultant m.cazzulani@gazeta.pl

1121 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria