Mercoledì, 23 ottobre 2019 - ore 13.21

Governo Conte 2.0 con M5S-PD-LeU .. Le opinioni dei cremonesi

Marco Pezzoni,Luigi Lipara, Alceste Ferrari

| Scritto da Redazione
Governo Conte 2.0 con M5S-PD-LeU .. Le opinioni dei cremonesi

Governo Conte 2.0 con M5S-PD-LeU .. Le opinioni dei cremonesi

Marco Pezzoni,.Luigi Lipara, Alceste Ferrari

Marco Pezzoni: È grazie a "questi" barbari che c'è un nuovo Governo decente almeno sul piano democratico! E' grazie al destrorso Di Maio se il "pericolo" Salvini è al momento arrestato. Se ci fosse in Italia un PD davvero rinnovato e aperto e soprattutto una Sinistra sociale ed ecologica capace di allargare il centrosinistra ai tanti scontenti...non avremmo avuto bisogno di Grillo che ha permesso il "rientro" in gioco del PD. "Medico cura te stesso!" Prima di avere la puzza sotto il naso, pensa alle tue responsabilità e a chi, certo anche per tornaconto personale, ti ha  permesso di salvarti dal naufragio che sarebbe avvenuto con le prossime elezioni anticipate.

------------------------

Luigi Lipara Riconosco che in questo governo ci sono potenzialità interessanti. Come non gioire, per esempio, per l’incarico ad una persona equilibrata e competente come Francesco Boccia nel delicato rapporto con le Regioni?

Ma tra le mie perplessità più forti c’è la riconferma di Bonafede alla giustizia. Non è il segno di discontinuità che si sperava, dopo l’indecente video in occasione del trasferimento in Italia di Battisti, nel quale ha dimostrato di non avere la statura né la cultura giuridica adeguata al ruolo, e le posizioni assunte nel rapporto con i giuristi italiani in materia di riforma della giustizia. Si pensi solo alla sua strenua battaglia per l’inserimento nel cosiddetto ‘’Spazzacorrotti", della norma che elimina la prescrizione dei reati dopo la sentenza di primo grado.

Una norma che l’Unione Camere Penali Italiane, raccogliendo la unanime e clamorosa adesione dell'intera comunità dei giuristi italiani, ha definito ‘di devastante inciviltà giuridica’ in quanto ‘afferma l'idea barbarica secondo cui un cittadino può essere lasciato in balia della giustizia penale perfino se assolto in primo grado’.

Non mi sembra una grande premessa...

Niente, ho provato a dormirci su. Mi sono svegliato, poi ho seguito la rassegna stampa con un certo distacco. Ho già preso il secondo caffè. Ho già organizzato la mattina con i colleghi. Eppure niente. È proprio vero. Di Maio è Ministro degli Esteri e Bonafede di è (ancora) Ministro della Giustizia. È ufficiale: non mi rassegnerò. Al lavoro. E alla lotta!

---------------------------------

Alceste Ferrari : Sto pensando che sono molto soddisfatto. E stupito.

Questo governo, pur con alcune criticità legate ad alcuni nomi (a Di Maio chi glielo regala l’Atlante?), è quanto il paese necessitava da oltre un anno, ancor più dopo i gravi danni arrecati al sistema economico, sociale e dei diritti dal governo precedente

La responsabilità di questo anno di disastri è di chi ha voluto fermare qualsiasi avvicinamento e ha lasciato che il paese finisse in mano a Salvini per poi poter dire “visto? Er pupo nun je la fa, avete voluto provà?, nun je la fa”

Gioco pericoloso e spregiudicato

A Zingaretti va riconosciuto il grande merito di avere portato in porto una trattativa difficilissima tenendo la barra ferma, anche e soprattutto in casa PD.

E ottenendo una qualificazione alta del programma e della squadra, in cui i ministri PD e LeU fanno la parte della competenza vera

Sorprendenti i silenzi frastornati di molti del PD.

Durante le trattative traspariva la smorfia del “si, vabbè, mó facce ridè”  “nun jela fa, nun jela pó fà” “mó casca tutto”, “l’avemo detto, no?” “Nun jela faaa!”

E invece, avanti.

E qualcuno fatica a parlare.

Gualtieri all’economia è ridare centralità all’Europa e all’Italia in Europa

De Mcheli al posto di Toninelli... da aggiungere altro?

La Bellanova all’Agricoltura: una sindacalista dei braccianti, della Cgil, erede anche geografica di Di Vittorio. Che coi braccianti di immigrati, sfruttati come e spesso più dei locali, ne saprà pur qualcosa, e quando è il caso saprà di che parlare, o no?

E donna.

Lamorgese agli interni: prefetto, esperienza da vendere, Milano.

Franceschini alla Cultura nuovamente: il primo che in settant’anni sia riuscito a dare una legge che regolamentasse lo spettacolo dal vivo, dopo decenni di circolari.

Legge da sistemare, ma intanto c’è.

Speranza alla sanità: ottimo soggetto.

Lo stesso critico e puntiglioso Boccia, grande analista di sistemi rivoluzionari e propugnatore di rivolte sfociate ogni volta in aggregazioni dal profumo utilitaristico, ad un ministero importante per la qualità del governo stesso.

Si potrebbe proseguire.

È indubbio che le scelte, i nomi della galassia 5S sono a volte imbarazzanti per inadeguatezza, incapacità, incongruenza: questa sarà la vera sfida della compagine PD, dare coerenza ad un progetto.

Lavorando anche per chi non ne è capace (vedremo i sottosegretari)

E per fare questo occorre la partecipazione, il sostegno attivo di tutto un partito.

Senza mugugni, senza finestre da cui affacciarsi a guardare il cantiere

Forza Zingaretti . E grazie

--------------------------------------------------

442 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online