Martedì, 16 agosto 2022 - ore 06.14

I primi commenti sui social sul 'Violinone' di Palù inaugurato a Cremona

Insomma ognuno vuole dire la sua. Ettore Cavalleri,Morandi,Michele Ginevra, Manrico Maci Clerici, Luigi Lipara, Gian Carlo Storti

| Scritto da Redazione
I primi commenti sui social sul 'Violinone' di Palù inaugurato a Cremona

Ettore Cavalleri (Cremona) Egregio direttore,  tutti hanno assistito alla posa del ‘Violinone ’ davanti alla stazione ferroviaria, avvenuta in tempi rapidissimi. Faccio presente che in via Fazioli da dieci anni una fontana, con già evidenti segni di degrado, attende di essere messa in funzione. Dopo la costruzione nel 2006 e il costo di circa duecentomila euro. Il quartiere inoltre attende la riqualificazione degli edifici fatiscenti, posti sotto le meravigliose ville sospese sotto le nuvole.

Maurizio Morandi Opera inutile. Le necessita' di Cremona sono ben altre che continuare a riempirla di violini!

Michele Ginevra E' una coincidenza carina che mentre utilizzo la sagoma di un violino per il mio profilo, mi trovi a commentare l'installazione di un monumento che è proprio dedicato al violino come anima della città (era quindi destino). Meglio ancora, il monumento rappresenta le sensazioni, l'emotività, l'evocatività che lo strumento del violino produce grazie al suo suo suono e al suo aspetto. A me sembra che le polemiche sulla qualità di questa operazione siano veramente troppo sopra le righe per essere considerate normali... Un visitatore che entra a Cremona e trovia un'installazione di questo tipo non può che sentirsi accolto bene. Poi si può discutere sul fatto che l'operazione sia originariamente frutto della volontà di un privato e non della progettualità del pubblico. Ma chissà cosa si sarebbe detto se le risorse impiegate per produrlo fossero state pubbliche... Invece pubblico e privato hanno almeno ragionato sulla collocazione. Spero sia una buona collocazione. Ha senso come segno di accoglienza.

Manrico Maci Clerici Ognuno ha i propri gusti, per me è orrendo ( fatto in questo modo ). Se lo lasciavano intatto senza quella "ferraglia" sparsa e illuminato per intero, forse sarebbe stato più apprezzato da cremonesi e soprattutto turisti ed aggiungo anche che lo si poteva posizionare al centro di Porta Venezia, avrebbe dato il suo effetto ma adiacente alla stazione ferroviaria proprio non lo vedo .....

Luigi Lipara Senza entrare nel merito del giudizio estetico sull'opera che è stata inaugurata, ritengo che come ha evidenziato nei giorni scorsi anche l'assessore Virgilio si poteva e si doveva seguire un metodo diverso e più scrupoloso nell'iter di individuazione del luogo più adatto ove posarla. Una maggiore attenzione nei confronti delle competenti commissioni non è questione di pura forma, ma diventa vera e propria sostanza nel momento in cui va a incidere in maniera così significativa sul tessuto urbano, sulla storia e sull'identità culturale della nostra città.

Gian Carlo Storti  Io non so valutare il valore dell'opera. Mi pare che cremona, oltre al simbolo del Torrazzo avesse la necessità culturale e turistica di riassumere in un simbolo il suo dna fatto di musica,stradivari e liuteria. In molte città non solo europee questi simboli ci sono- come ad esempio la sirena di Copenaghen- usati da sfondo per una foto. La collocazione mi pare appropriata Il piazzale della stazione è una delle porte della città dove le persone passano a piedi per andare in centro...Insomma una foto con il super violino di Palù non si nega a nessuno e Cremona rimarrà fra i ricordi di una vita

Sondaggio: Ti piace il 'Super violino' di Palu' installato alla stazione di Cremona? SI-NO-NON SO Cicca qui

1832 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online