Lunedì, 28 novembre 2022 - ore 02.51

Il SItI e la sua credibilità di Benito Fiori (Cremona)

Qualche giorno fa, la ‘SItI’, la “Società Italiana Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica”, ha inteso dare copertura igienico sanitaria con «sette verità scientifiche sulla gestione dei rifiuti» alla scelta del governo (a dire il vero un po’ datata) di costruire altri otto nuovi inceneritori.

| Scritto da Redazione
Il SItI e la sua credibilità di Benito Fiori (Cremona)

Il SItI e la sua credibilità 

Qualche giorno fa, la  ‘SItI’, la “Società Italiana Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica”, ha inteso dare copertura igienico sanitaria con «sette verità scientifiche sulla gestione dei rifiuti» alla scelta del governo (a dire il vero un po’ datata) di costruire altri otto nuovi inceneritori.

Ovviamente, con il prevedibile grande compiacimento  delle lobbies dei costruttori.  Il comunicato stampa, pubblicato il 13 agosto da Adkronos (http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2016/08/13/rifiuti-igienisti-discariche-inquinano-piu-degli-inceneritori_BSbCs6TbFsd2qJd1UqbeHJ.html ), non poteva passare però inosservato da quella parte del mondo scientifico che da anni critica fortemente le scelte della politica che ne favoriscono la proliferazione e/o la sopravvivenza. In particolare vanno segnalate le repliche di “ISDE italia – Medici per l’ambiente” (http://www.isde.it/wp-content/uploads/2016/08/2016.08.17-Replica-a-SItI-su-presunta-utilit%C3%A0-ed-innocuit%C3%A0-degli-inceneritori-di-III-generazione-Comunicato-Stampa-ISDE-Italia.pdf) e di “Medicina democratica” (http://www.medicinademocratica.org/wp/?p=3729).

La presa di posizione di “SitI”, assunta tra l’altro con il pieno sostegno dell’organo governativo dell'Iss (Istituto superiore di sanità), in buona sostanza consiste in sette sedicenti “verità” sull’innocuità degli inceneritori. È tuttavia impossibile non segnalare, ma a solo titolo di esempio, la “perla” della terza “verità”, quella dove si legge della citazione del famoso studio “Moniter” sull’inceneritore emiliano del Furlo a sostegno delle proprie tesi sulla non pericolosità di questi impianti. Uno svarione inqualificabile e preoccupante che ISDE Italia ha così giudicato: «Del tutto fuori luogo appaiono le affermazioni circa l’innocuità degli impianti di 3° generazione ed i riferimenti al “Moniter” (che) non rispettano le reali conclusioni di quello studio e più avanti «… il Moniter ha dimostrato con chiarezza un aumentato rischio di aborti spontanei e di nascite pre-termine nelle popolazioni esposte alle emissioni degli inceneritori ».  Non meno duro e circostanziato è stato tutto il commento critico di “Medicina democratica”

Sarebbe auspicabile che la “Società Italiana di Igiene”, vista la stravaganza delle valutazioni pubblicate e il fatto che di questo comunicato non vi è traccia sul suo sito ufficiale lasciando così spazio a pensieri inquietanti, provvedesse quanto prima a disconoscerne la paternità.

Benito Fiori (Cremona)

948 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online