Lunedì, 16 maggio 2022 - ore 11.11

Inaugurati i lavori conclusi al Liceo Sofonisba Anguissola a Cremona

Interventi ad oggi per 3 milioni di euro. Previsti altri 2,4 milioni entro il 2024 con misure del PNRR

| Scritto da Redazione
Inaugurati i lavori conclusi al Liceo Sofonisba Anguissola a Cremona Inaugurati i lavori conclusi al Liceo Sofonisba Anguissola a Cremona Inaugurati i lavori conclusi al Liceo Sofonisba Anguissola a Cremona Inaugurati i lavori conclusi al Liceo Sofonisba Anguissola a Cremona

Inaugurato stamattina il penultimo lotto di lavori nella sede del Liceo Sofonisba Anguissola a Cremona.

Presenti il Dirigente Flavio Irpini con la vice Preside Marzia Catelli e la Dsga Ilenia Cirrone, il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni con il dirigente di Settore, arch. Giulio Biroli ed i responsabili Massimo Masotti, Massimiliano Rossini con Cristian Pavanello ed i tecnici, Dirigenti scolastici e funzionari, oltre alla Presidente della Commissione Cultura del Comune di Cremona, Franca Zucchetti.

Dopo il taglio del nastro il Dirigente Arpini ha evidenziato nei saluti come “grazie alla Provincia si è ritornato alla comunità un plesso scolastico rinnovato e più sicuro”. Dall’antico lascito dei proprietari, finalizzato ad attività collegate alla formazione ed allo studio, ancora oggi si mantiene tale finalità, a testimonianza di un importante passaggio generazionale di valori.

“La Provincia ha realizzato a partire dal 2004 fino ad oggi una serie di interventi, che hanno portato ad una riqualifica complessiva del complesso scolastico, per un valore complessivo di 3.000.000 di euro – ha precisato il Presidente della Provincia, Signoroni – Un percorso iniziato tanti anni fa , con un crescendo di investimenti ed opere, qui come altrove; non ultima, per esempio, la Scuola Casearia di Pandino, in cui sono previsti interventi per 2,6 milioni di euro”.

Ha concluso Signoroni: “E’ previsto qui al Liceo Anguissola un ultimo lotto di lavori, finanziato con fondi PNRR, per un importo pari ad euro 2.400.000, che riguarderà la messa a norma sismica, antincendio e funzionale di tutta la zona palestre e spogliatoi, per ridare spazi riqualificati e maggiormente fruibili ai nostri studenti. I lavori verranno eseguiti a partire dalla primavera del 2023.

Di tutto questo lavoro, dipanato su più annualità, va dato uno specifico e sentito ringraziamento a tutti gli Uffici, ai dirigenti Massimo Placchi e Giulio Biroli ed allo staff dell’Ufficio tecnico della Provincia, oltrechè al servizio dell’Ente deputato alla prevenzione, sicurezza e logistica per gli spostamenti provvisori, effettuati a suo tempo causa i lavori, delle aule e arredi, unitamente, da ultimo, a Centropadane per la parte della progettazione”.

Infine, prima dei sopralluoghi oggetto degli interventi, Franca Zucchetti, presidente della Commissione Cultura del Comune di Cremona, nel portare i saluti del Sindaco Gianluca Galimberrti, ha ringraziato per il lavoro svolto, a beneficio degli alunni e di tutto il territorio.

L’arch. Massimo Masotti è entrato, poi, nel dettaglio della storia dell’immobile, sin dalla proprietà della famiglia Gallarati nel 1583 e poi Araldi nel 1690 sino a quando fu ceduto al Comune nel 1883 e da qui alla Provincia. Il Palazzo, infatti, è in comodato d’uso gratuito alla Provincia di Cremona da parte del Comune di Cremona, in virtù dei disposti della L. 23/96, per la quale i beni immobili delle scuole di ordine secondario sono passati sotto la gestione delle Province.

Le condizioni iniziali dell’immobile versavano in uno stato di profondo ammaloramento: da allora vennero svolti importanti lavori di riqualificazione, anche strutturali oltrechè impiantistici.



***



I principali lavori nel dettaglio:



Anno 2004

il recupero conservativo sul seicentesco portale di ingresso alla scuola verso la via Palestro

(anno 2004) e la risistemazione delle pavimentazioni del primo piano della scuola

euro 100.000;



Anno 2006

il restauro dei fronti esterni ed interni, i lavori di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e gli interventi di modifica degli ambienti interni per il miglioramento funzionale e distributivo, oltre al restauro e/o sostituzione dei serramenti esterni  (anno 2006) – euro 700.000;



Anno 2016

il restauro delle coperture – euro 600.000;



ULTIMI LAVORI  - 2021-2022

IMPORTO PROGETTO 1.5000.000 EURO – MUTUI BEI 2018

I principali interventi realizzati sono:

1. interventi di miglioramento sismico;

2. interventi di adeguamento alla normativa antincendio;

3. messa a norma dell’impianto elettrico.

- -

E’ previsto un ultimo lotto lavori finanziato con fondi PNRR dell’importo di euro 2.400.000 che riguarderà la messa a norma sismica, antincendio e funzionale di tutta la zona palestre.

I lavori verranno eseguiti a partire dalla primavera del 2023.

Complessivamente in 20 anni saranno investiti nel complesso scolastico circa 5.400.000 euro, oltre alle risorse spese, ogni anno, in manutenzione ordinaria e gestione calore.

136 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria