Domenica, 19 settembre 2021 - ore 20.18

Inceneritore di Cremona . Nuova interrogazione del M5S

"Il M5S Cremona ha presentato una nuova interrogazione a risposta scritta rivolta al sindaco e alla Giunta, sollevando con essa diversi quesiti relativi alla gestione dell’inceneritore di via Degli Antichi Budri, di proprietà della partecipata Lgh.

| Scritto da Redazione
Inceneritore di Cremona . Nuova interrogazione del M5S

Inceneritore di Cremona . Nuova interrogazione del M5S

"Il M5S Cremona ha presentato una nuova interrogazione a risposta scritta rivolta al sindaco e alla Giunta, sollevando con essa diversi quesiti relativi alla gestione dell’inceneritore di via Degli Antichi Budri, di proprietà della partecipata Lgh.

La prima domanda è di indirizzo meramente politico: riguarda la richiesta di conoscere gli intendimenti di mantenere o meno la promessa elettorale di spegnimento dell’inceneritore entro tre anni in caso di elezione a carica di sindaco per il prof. Galimberti.

Il secondo quesito, invece, entra più nel merito della gestione della risorsa rifiuti e richiede quale sia l’attuale utilizzo in termini numerici dell’ indifferenziata, con resoconto di quella che proviene da Cremona, di quella di altre città, di altre province e/o di altre regioni. Si vuol inoltre sapere quale impiego viene fatto per la parte componente i rifiuti differenziati della città.

Il terzo approfondimento riguarda la richiesta di chi provvede al riciclo della differenziata cittadina, richiedendone anche i dati più in dettaglio, relativi alla quantità specifica di quanto raccolto di umido, carta, plastica, vetro-lattine e rifiuti da giardinaggio. Segue una domanda che riguarda la quantità di incentivi che riceve Lgh per bruciare i diversi tipi di rifiuti nell’inceneritore cremonese.

Un altro quesito vuole invece mettere in luce quanto si ricava annualmente dalla differenziata in base a quanto viene conferito ai diversi consorzi per il riciclo. Si vuole poi mettere a confronto quanto si ricava dalla componente differenziata e dai proventi dell’incenerimento dei rifiuti di altre città, province e regioni, nonché come tutti questi ricavi vengono impiegati.

Con riferimento poi al recente scandalo dei rifiuti provenienti da altre regioni smaltiti illecitamente in quattro inceneritori, tra cui quelli di Brescia e di Parona (PV), tenuto conto che tali illeciti si sono potuti verificare per mancanza o carenza di costanti e precisi controlli sui rifiuti in entrata nei suddetti inceneritori, si chiede, a conclusione del documento, quali e quanti controlli vengono effettuati sui rifiuti in entrata all’inceneritore di Cremona, a tutela dei nostri concittadini."

M5S Cremona

871 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online