Mercoledì, 16 giugno 2021 - ore 00.20

Inquinamento e Patologie a Cremona Ricci invita Pizzetti alla riflessione

Un articolo del giornale “Il Fatto quotidiano” firmato da Gianni Barbacetto, ha messo recentemente in primo piano l’allarmante situazione epidemiologica del territorio cremonese.

| Scritto da Redazione
Inquinamento e Patologie a Cremona Ricci  invita Pizzetti  alla riflessione Inquinamento e Patologie a Cremona Ricci  invita Pizzetti  alla riflessione Inquinamento e Patologie a Cremona Ricci  invita Pizzetti  alla riflessione


Inquinamento e Patologie a Cremona Ricci  invita Pizzetti  alla riflessione

Un articolo del giornale “Il Fatto quotidiano” firmato da Gianni Barbacetto, ha messo recentemente in primo piano l’allarmante situazione epidemiologica del territorio cremonese. Un territorio su cui sorgono diverse attività impattanti, dal punto di vista ambientale.

Lo studio epidemiologico in corso da anni è ancora incompleto e il suo autore, il dottor Paolo Ricci, è andato in pensione Qui proponiamo le sue interviste sul tema ( a cura di Telecolr) a Paolo Ricci e Luciano Pizzetti

Inoltre pubblichiamo le riflessioni di Paolo Ricci sull’intervista rilasciata da Pizzetti a Telecolor.

Riflessioni non tenere  che si chiudono con un appello : ‘On.le Pizzetti, abbiamo un solo Pianeta e se vogliamo renderlo ospitale anche per le future generazioni dobbiamo curarne le ferite e non ignorarle. Un invito alla riflessione’

------------------------

Le riflessioni di Paolo Ricci sull’intervista rilasciata da Pizzetti a Telecolor lo scorso 4 maggio 2021

"Il commento dell'on.le Pizzetti del PD reso a Telecolor stupisce molto,perché è esattamente sovrapponibile a quello che era l'atteggiamento del PCI a Mantova negli anni '80 di fronte alla realtà del Petrolchimico che ancora impegna la città, nonostante decenni di lavoro trascorsi per messe in sicurezza, bonifiche e aggiornamento tecnologico degli impianti. Lo consiglio di aggiornarsi, magari anche confrontandosi con l'attuale sindaco PD di Mantova Mattia Palazzi, con il quale ho collaborato in perfetta sintonia nella mia veste istituzionale in diverse occasioni per trovare il giusto equilibrio tra esigenze della salute e del lavoro che sono meno contrastanti di quanto possa apparire.

I dati di emissione industriale che indicano oggettivamente, e non per supposizione, che il territorio di Cremona è sottoposto ad una importante pressione ambientale sono emersi con chiarezza nel lavoro preliminare di ATS come anche le criticità degli indicatori sanitari, che per altro non sono una novità. Si tratta semplicemente di "fatti" da cui partire per ragionare.

"Fatti" che per altro sono stati condivisi nella ordinaria discussione scientifica con colleghi dello ISS e della OMS. Non sono mai stati messi in discussione da alcuno, tanto meno dal Consiglio di regione Lombardia che mi ha invitato in Commissione Sanita nel gennaio 2019 e che mi ha ascoltato con attenzione interloquendo per capire quale significato potessero avere e quale fosse la direzione dell'indagine epidemiologica in corso. Oggetto dello studio è il "quantum", cioè la misura della forza dell'associazione tra inquinamento industriale e salute, ma non certo la fondatezza dei suoi presupposti. Il negazionismo o il catastrofismo non sono mai stati buoni consiglieri.

L'idea adombrata nel commento dell'on.le Pizzetti per cui, qualora una associazione tra inquinamento e salute dovesse porsi, la stessa indurrebbe la chiusura delle realtà produttive di Cremona piuttosto che ad azioni di prevenzione per renderle compatibili, rimanda ancor di più ad una cultura vetero-industriale. Fortunatamente relegata in uno spazio di nicchia sempre più ristretto. Si pensi solo che il nostro Presidente del Consiglio Mario Draghi che, come noto, non ha certamente un background ambientalista, ha voluto il Ministero della transizione ecologica....

On.le Pizzetti, abbiamo un solo Pianeta e se vogliamo renderlo ospitale anche per le future generazioni dobbiamo curarne le ferite e non ignorarle. Un invito alla riflessione.»

Paolo Ricci [Responsabile dell'Osservatorio Epidemiologico della ASL ha continuato a collaborare con lo ISS sulle questioni dell'epidemiologia ambientale fino a condividere con questo Istituto il coordinamento dello Studio nazionale SENTIERI per l'incidenza dei tumori condotto assieme all'Associazione Italiana dei Registri Tumori (AIRTUM)]

 

1° Video Inquinamento e patologie a Cremona, Dott. Ricci: ‘Studio epidemiologico incompleto’

2° Inquinamento e patologie a Cremona, il parere di Pizzetti

Si ringrazia  Telecolr per i video 

Cr venerdì 7 maggio 2021

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1



578 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online