Martedì, 28 giugno 2022 - ore 14.23

Istituto Spallanzani Il 20 maggio si celebra la Giornata mondiale delle Api

RICERCA SCIENTIFICA. GENAPIS, IL PROGETTO DELL’ISTITUTO SPALLANZANI LAVORA PER LA TUTELA DELLE API E DEL MIELE ITALIANO

| Scritto da Redazione
Istituto Spallanzani Il 20 maggio si celebra la Giornata mondiale delle Api Istituto Spallanzani Il 20 maggio si celebra la Giornata mondiale delle Api

Istituto Spallanzani Il 20 maggio si celebra la Giornata mondiale delle Api

 RICERCA SCIENTIFICA. GENAPIS, IL PROGETTO DELL’ISTITUTO SPALLANZANI LAVORA PER LA TUTELA DELLE API E DEL MIELE ITALIANO

 Rivolta d’Adda (CR), 19 maggio 2022 - In occasione della “Giornata Mondiale delle api”, istituita allo scopo di promuovere la consapevolezza dell’importanza delle api e degli altri impollinatori, l’Istituto di Ricerca Lazzaro Spallanzani presenta il suo nuovo progetto GENAPIS. Finanziato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali nell’ambito del decreto del Mipaaf n.6987 del 2 luglio 2020, GENAPIS ha come obiettivo generale non solo la tutela delle sottospecie di api italiane e i prodotti dell’alveare nazionali, ma anche contribuire alla riduzione della perdita della biodiversità ed evidenziare il ruolo delle api nelle produzioni agricole e nello sviluppo sostenibile.

 Gli ultimi anni, infatti, sono stati complessi per il settore apistico con le produzioni che hanno subito riduzioni drastiche e forti fluttuazioni dovute anche agli effetti del cambiamento climatico. Il perpetuarsi di questi fenomeni rischia di compromettere l’equilibrio tra alveari ed ecosistemi, aspetto che agisce in sinergia con altre criticità note, tra le quali l’ibridazione, le patologie, la frammentazione dell’habitat e l’inquinamento ambientale.

 Da qui il coinvolgimento dell’Istituto che con il progetto GENAPIS, intende “rendere sempre più applicabili le tecnologie di genetica molecolare nell’ambito apistico, affiancare le attuali tecnologie di Next Generation Sequencing alle tecniche più tradizionali per studiare la variabilità genetica e valorizzare i prodotti dell’alveare nazionali, in particolare miele e pappa reale – ha spiegato Silvia Cenadelli, Vicedirettore dell’Istituto Spallanzani - Le innovazioni tecnico-scientifiche proposte permettono di associare al prodotto la conoscenza del territorio e la tutela della biodiversità con la conseguente crescita di consapevolezza del valore qualitativo delle nostre produzioni al fine di migliorarne la competitività”.

 Non solo ricerca genetica. Ognuno di noi può contribuire alla tutela e alla salvaguardia delle caratteristiche degli alveari italiani, “attraverso la scelta del miele e della pappa reale prodotti in Italia e degli apicoltori che si impegnano nella tutela di Apis mellifera ligustica (l’ape italiana, ndr) nel territorio nazionale e di Apis mellifera sicula in alcune aree della Sicilia”, ha ricordato Marina Montedoro, Direttore dell’Istituto Spallanzani. Da qui l’importanza di valorizzare e sostenere il settore apistico italiano, che oltre alla produzione di miele, polline e pappa reale, ha anche un ruolo essenziale nella conservazione della biodiversità del nostro territorio. A dimostrazione di ciò, i numeri dell’Italia delle Api, sono importanti sia per il contesto agricolo che per quello ambientale. Dall’ultimo censimento della Banca Dati Nazionale dell’Anagrafe Zootecnica tra apicoltura convenzionale e biologica, gli apicoltori italiani detengono 1.727.468 alveari e 268.247 sciami; l’Italia, inoltre, ha una straordinaria varietà di tipologie di miele, un patrimonio sensoriale unico che riflette la biodiversità del territorio italiano.

 Tuttavia sono numerosi gli aspetti che meritano attenzione e controllo, ad esempio l’importazione incontrollata di ibridi e di sottospecie differenti rispetto all’ape italianacon il rischio di accrescere i fenomeni di introgressione genetica e di comprometterne le caratteristiche e le capacità di adattamento. Le aziende apistiche, inoltre, risultano sempre più esposte alle criticità del mercato del miele con la necessità di interventi urgenti finalizzati alla valorizzazione del miele nazionale e delle altre produzioni dell’alveare.

L’Istituto Spallanzani si mette quindi a disposizione degli Apicoltori e delle Associazioni Apistiche: chi fosse interessato al progetto, può scrivere all’indirizzo mail genapis@istitutospallanzani.it

 -----------

ELISABETTA BENTIVOGLIO

Press Office / Journalist

--

 

214 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online