Venerdì, 30 ottobre 2020 - ore 20.52

L’Italia e i Bitcoin di Benito Fiori (Cremona)

Ormai le promesse elettorali, in una liturgia abbastanza penosa dei politici nostrani, da mesi hanno rotto gli argini della credibilità, se non addirittura della decenza.

| Scritto da Redazione
L’Italia e i Bitcoin di Benito Fiori (Cremona)

L’Italia e i Bitcoin di Benito Fiori (Cremona)

Ormai le promesse elettorali, in una liturgia abbastanza penosa dei politici nostrani, da mesi hanno rotto gli argini della credibilità, se non addirittura della decenza.

-------------------

L’ultima che già girava da qualche mese sui giornali, ha avuto la sua consacrazione nel tempio sacro delle ovvietà di “Porta a porta” e davanti al suo vate: se la vittoria il 4 Marzo andrà alla destra, le pensioni minime Inps saranno portate a 1000 euro al mese.

Mirabolante promessa “sparata” che dovrebbe solo fare ulteriormente aumentare l’esercito degli elettori che non andrà a votare. Infatti, questo impegno porterebbe un aggravio alle casse dello Stato di svariati miliardi di euro e giudicato così da Lorenzo Codogno, ex chief economist del Tesoro: «Se smantellano la riforma delle pensioni sarà in dubbio la sostenibilità del sistema e la finanza pubblica in generale». Allora, mi permetto di chiedere: quello sfacciato spot elettorale quanto peserà sulla fiducia degli investitori stranieri? Se il sistema scricchiolerà, cosa verranno a costare gli interessi del debito pubblico che nel 2016 sono ammontati a 66,5 miliardi (3,9% del Pil)? La cosa grave è che a chi promette ‘felicità’ da Paese del Bengodi non può essere concesso di ignorare i banali conti che citavo, né quelli che arriveranno dalle prossime “bombe d’acqua” per il peggioramento del clima e dalle malattie procurate dagli inquinamenti dell’aria (progetto VIIAS) e dell’acqua. Insomma, diciamolo, abbiamo a che fare con una interpretazione della Politica, uno dei più nobili interessi dell’uomo, e della ricerca del consenso democratico davvero inaccettabili. A meno che la promessa non sia l’annuncio criptico di un futuro passaggio al settore privato della previdenza per la vecchiaia e dell’assistenza per la salute. Di male in peggio, quando parliamo di diritti fondamentali affidati ai dividendi di fine anno.

Caro elettore, non fidarti di chi fa pensare che la Politica sia “quella roba lì”. A meno che i vincitori non intendano pagare gli interessi dei titoli di Stato e Buoni del Tesoro con i Bitcoin. Mala tempora currunt

Benito Fiori (Cremona)

817 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online