Martedì, 28 giugno 2022 - ore 04.40

La moda che vuole essere libera

La Primavera sta lasciando il posto all’Estate, così come una moda lascia prima o poi il passo a tendenze nuove, tanto nei colori quanto nella scelta degli accessori.

| Scritto da Redazione
La moda che vuole essere libera

Una sola sembra la parola chiave della nuova linea Primavera-Estate: libertà. Un concetto tanto rivoluzionario, quanto a suo modo ovvio, visto il periodo di ristrettezze e chiusure che ha caratterizzato qualsiasi settore, moda inclusa. Le analisi di Stileo lasciano intendere che la ripresa sia già iniziata, guardando con particolare ottimismo ai picchi del 2021, confermati già nel primo semestre del 2022. Non resta dunque che analizzare le tendenze che si avvicenderanno al cambio di stagione.

Lasciarsi alle spalle la pandemia

Qualunque sia l’andamento della pandemia da covid-19, è ormai un dato di fatto che essa abbia segnato un nodo importante in diversi settori dell’economia, dello spettacolo e della moda: per l’esattezza, un nodo che ha stretto questi ambiti della società globale, costringendoli alla paralisi. Finalmente, tuttavia, si affacciano alla ribalta i numeri della ripresa: numeri ed eventi che inizialmente hanno interessato le celebrities ma che hanno poi cominciato a dilagare anche nel mondo più comune. Se controllate qui, dunque, potrete facilmente rendervi conto di come la ripresa del 2021, unitamente alle riaperture di locali ed eventi, abbia riportato in auge e diffusione marchi di diversa foggia: da Guess ad Armani, fino a Trussardi, i numeri parlano chiaramente di un ritorno di fiamma tra gli acquirenti e le grandi firme. Molte di queste ultime, tra l’altro, sono italiane.

Nel segno della libertà

Lasciarsi alle spalle questo periodo di chiusure, dunque, richiama direttamente alla mente una voglia appassionata di libertà e di vita, tanto intensa quanto forte è stata la loro privazione nell’ultimo periodo. La libertà si traduce anche in personalizzazione, rendendo la moda Primavera-Estate estremamente personalizzabile. Soltanto il colore si declina in due modi, senza mezze misure o sfumature, andando da capi monocromatici a vere e proprie esplosioni di tinte e sfumature.

Per il resto, la moda spazia da capi dal sapore etnico a stili più tradizionali, quali le righe orizzontali. In ogni caso, a completare il quadro sono gli irrinunciabili accessori, quali le borse Bulgari, se si vuole puntare in alto, o le scarpe. Anche in quest’ultimo campo, le proposte, da Hogan a Cinzia Valle, sono molto eterogenee, sposandosi a una grande quantità di stili.

Altra chiara tendenza è quella di scoprire sempre di più il corpo: anche questa sembra una chiara risposta alle restrizioni della pandemia, che ha innescato un’emergenza sanitaria in cui i corpi sono stati sepolti in casa, o sotto guanti e mascherine quando era concesso loro di uscire all’aperto. Via libera dunque a quegli stili che tradiscono il corpo, rivelandolo con evidenti trasparenze che si lasciano alle spalle il vecchio vedo-non-vedo.

In estrema sintesi, tutti, oggi più che mai, hanno bisogno di libertà. Anche la moda si muove in questa direzione, variando in maniera significativa e lasciandosi alle spalle tutte quelle privazioni che hanno segnato gli ultimi due anni. Vecchi e nuovi indossatori di grandi firme potranno dunque seguire le nuove tendenze, spaziando in una grande varietà di stili e colori.

153 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria