Mercoledì, 16 ottobre 2019 - ore 08.52

La telefonata Referendum Costituzione Gian Carlo Corada Le ragioni del NO dell’ ANPI sono profonde !

In questa breve intervista telefonica Gian Carlo Corada, neo Presidente dell’Anpi di Cremona, motiva le ‘profonde’ ragioni del NO della sua organizzazione che dipende essenzialmente anche dal fatto che vi è una legge elettorale, solo per la Camera, che diminuisce la rappresentanza ed aumenta i poteri del governo senza contrappesi. Infine il Senato rimane ancora con una certa confusione di ruoli e senza elezione diretta.

| Scritto da Redazione
La telefonata Referendum Costituzione Gian Carlo Corada Le ragioni del NO dell’ ANPI sono profonde ! La telefonata Referendum Costituzione Gian Carlo Corada Le ragioni del NO dell’ ANPI sono profonde ! La telefonata Referendum Costituzione Gian Carlo Corada Le ragioni del NO dell’ ANPI sono profonde ! La telefonata Referendum Costituzione Gian Carlo Corada Le ragioni del NO dell’ ANPI sono profonde !

In merito poi alla polemica che ha coinvolto l’ANPI con alcuni dirigenti del Governo e del PD evidenzia che questa discussione sui ‘veri ‘ e ‘falsi ‘ partigiani è assurda. Infatti l’ANPI pur avendo deciso per il NO alla Riforma Costituzionale non vieta ai  suoi componenti né di votare SI ( non sarebbe possibile) nè di partecipare ai comitati per il SI  purchè sia presente  a titolo personale.

Corada però pensa che il Referendum passi e l’impegno dell’antifascismo rimarrà anche dopo. E questo vedrà l’ANPI mobilitata ad organizzare incontri nelle scuole e nelle fabbriche affinchè i valori fondanti dell’antifascismo e della Costituzione , che sono patrimonio di tutti i cittadini , siano trasmessi alle nuove generazioni ed ai nuovi italiani.

Infine Corada , citando Cacciari, ritiene che questa riforma costituzionale sia una ‘ intesa al ribasso ’ ma che la solidità del sistema democratico italiano non è in discussione e che quindi capisce quei cittadini che voteranno SI. Importante è che questi mesi, che ci separano dal referendum, siano impegnati per informare gli elettori  e non per inutili e pericolose polemiche politiche.

Intervista di Gian Carlo Storti

Red/welcr/gcst

 

 

Allegati audio:

Audio 1:

2245 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online