Lunedì, 16 settembre 2019 - ore 04.01

Lago Maggiore, Coldiretti: “Bene intesa sui livelli, adesso lavoriamo a nuovo accordo con gli svizzeri”

Si tratta di un risultato che come Coldiretti abbiamo fortemente richiesto

| Scritto da Redazione
Lago Maggiore, Coldiretti: “Bene intesa sui livelli,  adesso lavoriamo a nuovo accordo con gli svizzeri”

“Siamo soddisfatti di questa intesa che va incontro alle esigenze di una parte importante dell’agricoltura lombarda, garantendo risorse idriche al territorio e scongiurando ogni possibile rischio di scarsità d’acqua”. Commenta così Alessandro Ubiali, Presidente della Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza la decisione di riportare i livelli del Lago Maggiore a un metro e venticinque centimetri presa ieri in sede di Comitato Istituzionale dell’Autorità di Bacino del Fiume Po. “Si tratta di un risultato che come Coldiretti abbiamo fortemente richiesto – conclude Ubiali – e che nasce da uno sforzo congiunto delle istituzioni in collaborazione con gli enti di bonifica e con gli agricoltori. Ringraziamo infatti gli Enti Parchi, in primis il Parco lombardo della Valle del Ticino e Parco Ticino Piemonte e Lago Maggiore, il Ministro dell’Agricoltura Martina, il nostro Presidente regionale di Coldiretti Ettore Prandini e il Ministro dell’Ambiente Galletti per l’opera svolta. Ci auguriamo altresì che entro l’anno si possa convocare un tavolo di discussione italo-svizzero per addivenire quanto prima ad un’ulteriore intesa che permetta di ufficializzare la sperimentazione di +1,50 metri sullo zero idrometrico di Sesto Calende”. Anche Alessandro Folli, Presidente del Consorzio del Ticino, si è mostrato estremamente soddisfatto per la conclusione di questa prima fase di accordi sulla regolazione del Lago Maggiore: “Mi auguro che la concertazione tra i due stati possa sortire presto una conclusione positiva nell’interesse di tutti gli Enti e gli utenti che usufruiscono dell’acqua del Lago.”

729 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria