Venerdì, 18 settembre 2020 - ore 15.53

LNews-Focus. LOMBARDIA. 6,6 MILIONI PER PROGETTI 'CULTURALI' GRAZIE AI 'PIC', NUOVI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE

AL VIA LA FASE DELLA VALUTAZIONE DELLE DOMANDE PERVENUTE GALLI: COI 'PIC' SI FAVORISCONO SVILUPPO STRATEGICO E SINERGIE

| Scritto da Redazione
LNews-Focus. LOMBARDIA. 6,6 MILIONI PER PROGETTI 'CULTURALI' GRAZIE AI 'PIC', NUOVI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE

LNews-Focus. LOMBARDIA. 6,6 MILIONI PER PROGETTI 'CULTURALI' GRAZIE AI 'PIC', NUOVI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE

AL VIA LA FASE DELLA VALUTAZIONE DELLE DOMANDE PERVENUTE  GALLI: COI 'PIC' SI FAVORISCONO SVILUPPO STRATEGICO E SINERGIE

(LNews - Milano, 22 dic) Sono 52 progetti provenienti da tutte le province lombarde, 6,6 milioni di euro destinati a finanziare i Piani Integrati della Cultura (PIC), un nuovo strumento realizzato in stretta collaborazione tra Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Fondazione Cariplo. Le domande pervenute in Regione sono ora in fase di valutazione.

LA RISPOSTA DEI TERRITORI - Il bando regionale per i PIC si e' chiuso con una significativa risposta da parte dei territori. In tutto sono stati presentati 33 progetti tematici e 19 progetti territoriali.

SODDISFATTO DEL RISULTATO - "Sono molto soddisfatto per questo risultato - ha commentato l'assessore all'Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli - perche' per la prima volta abbiamo messo a disposizione, e con una dotazione significativa, questi nuovi strumenti di programmazione strategica previsti dal Testo Unico della Cultura, ma ai quali non era mai stata data attuazione".

 MOLTE LE DOMANDE ARRIVATE - "Il grande numero di domande pervenute - ha proseguito l'assessore Galli - dimostra che gli operatori culturali hanno capito perfettamente l'importanza di questi nuovi strumenti e hanno colto, con pragmatismo e apertura tipicamente lombardi, la sfida da essi lanciata: promuovere progettualita' integrate favorendo sinergie tra soggetti e territori differenti. E' inoltre la testimonianza di un tessuto culturale vitale, propositivo e diffuso". "Inoltre, la preparazione di questo bando, per la sua intrinseca complessita' e per l'assenza di modelli a cui ispirarsi, ha rappresentato un salto di qualita' dell'assessorato che mi onoro di guidare".

RETI DI PARTENARIATO - La realizzazione dei Piani Integrati della Cultura esige la creazione di reti di partenariato pubblico e privato al fine di favorire processi di valorizzazione territoriale.

PROGETTI TEMATICI - "I progetti tematici - ha sottolineato l'assessore Galli - caratterizzati dal coinvolgimento di piu' territori legati da una medesima tematica, si candidano a diventare delle grandi dorsali culturali che innervano e uniscono tutta la regione".

POLITICA INNOVATIVA - "Si tratta di una politica culturale innovativa - ha concluso Galli - che scommette sulle professionalita' e le competenze delle numerose realta' lombarde. Ed e' fondata sulla convinzione, confermata da tutti i dati, che la cultura e' un formidabile vola'no per lo sviluppo economico e sociale". (LNews)

312 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online