Mercoledì, 23 ottobre 2019 - ore 12.12

Lombardia, a Palazzo Pirelli presentati obiettivi e progetti del Garante per la tutela delle vittime di reato

Sportelli di ascolto territoriali, tavoli e protocolli specifici con prefetture e associazioni, istituzione di un fondo di garanzia per le vittime: queste le prime azioni concrete annunciate oggi a Palazzo Pirelli dal Garante Regionale per la tutela delle vittime di reato Elisabetta Aldrovandi

| Scritto da Redazione
Lombardia, a Palazzo Pirelli presentati obiettivi e progetti del Garante per la tutela delle vittime di reato

Lombardia, a Palazzo Pirelli presentati obiettivi e progetti del Garante per la tutela delle vittime di reato

Sportelli di ascolto territoriali, tavoli e protocolli specifici con prefetture e associazioni, istituzione di un fondo di garanzia per le vittime: queste le prime azioni concrete annunciate oggi a Palazzo Pirelli dal Garante Regionale per la tutela delle vittime di reato Elisabetta Aldrovandi

Presente anche la Consigliera regionale Viviana Beccalossi, proponente della legge istitutiva della figura del Garante

Milano, 9 ottobre 2019 – Generare una nuova rete multidisciplinare con i principali attori che a vario titolo ruotano attorno al mondo delle vittime di reato e di violenza; aprire sportelli di ascolto presso gli Uffici Territoriali Regionali dei capoluoghi di provincia per raccogliere le istanze dei cittadini e dare loro risposte adeguate e soluzioni praticabili ed efficaci; istituire tavoli specifici con i Prefetti, tavoli di lavoro anche interregionali tra le associazioni e le ATS e tavoli di rete con le associazioni per individuare protocolli condivisi e omogenei fra le varie realtà; creare un Fondo di Garanzia per le vittime di reati violenti; avviare la mappatura delle associazioni che si occupano di vittime in Lombardia (mafia, usura, truffe, bullismo anche cyber, violenza di genere); organizzare eventi formativi e informativi per gli operatori anche in collaborazione con le altre Authority regionali e proporre modifiche migliorative a leggi in favore delle vittime di reato.

Sono questi gli obiettivi e i progetti concreti su cui nei prossimi mesi lavoreranno gli uffici del Garante Regionale per le vittime di reato, annunciati oggi da Elisabetta Aldrovandi in occasione della tappa conclusiva del suo tour conoscitivo di confronto e incontro con le principali istituzioni territoriali in materia di assistenza e sicurezza.

L’incontro di questa mattina a Palazzo Pirelli è stato introdotto dalla Consigliera Viviana Beccalossi, che ha portato i saluti del Presidente Alessandro Fermi oggi a Bruxelles per la riunione del Comitato delle Regioni.

“Il messaggio che vogliamo lanciare–ha sottolineato Viviana Beccalossi, proponente della legge istitutiva della figura del Garante regionale delle vittime di reato – è che Regione Lombardia non lascerà mai nessuno da solo ad affrontare tutti i problemi che fanno seguito a un dramma. Il Garante è a disposizione e deve diventare il centro di una rete di assistenza, che per la prima volta metta davvero la vittima e i suoi famigliari nelle condizioni di difendersi e reagire, affrontando con fiducia la loro battaglia per chiedere e ottenere giustizia”.

A Palazzo Pirelli sono intervenuti anche il Colonnello Alessandro Mazziotti Capo di Stato Maggiore del Comando regionale della Guardia di Finanza, il Colonnello Eduardo Russo Vice Comandante della Legione Carabinieri della Lombardia, il Colonnello Giuliano Polito del Comando generale dell’Arma dei Carabinieri, il Tenente Colonnello Dario D'Afflisio del Comando Militare dell’Esercito in Lombardia, il Presidente della Sezione Autonoma Misure di Prevenzione del Tribunale di Milano Fabio Roia, Francesca Maria Vittorio in rappresentanza della Commissione Tributaria Regionale, Nunzia Gatto Avvocato Generale presso la Corte d’Appello, il Procuratore Aggiunto presso il Tribunale della Corte d’Appello di Milano Maria Letizia Mannella, Paola Boccardi Vice Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, Paolo Bufano in rappresentanza della Polizia locale di Milano, il direttore del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Varese Daniele Panza e il direttore sanitario dell’ASST Valle Olona Paola Giuliani.

Elisabetta Aldrovandi si è detta “molto soddisfatta del tour territoriale effettuato, che attraverso i primi contatti con le realtà provinciali ha consentito di incontrare oltre 200 rappresentanti delle istituzioni creando così le premesse per costituire in tempi brevi una rete multidisciplinare con il loro coinvolgimento diretto sensibilizzando anche il mondo della scuola e gli educatori. Non mancheremo di far pervenire al Consiglio regionale spunti e proposte in ambito legislativo per migliorare ulteriormente le norme vigenti in materia, con particolare attenzione al tema della tutela dei minori e dei nuclei familiari”.

Istituito dalla legge regionale n. 22 del 2018, Il Garante regionale per la tutela delle vittime di reato è la prima figura in Italia di riferimento della rete regionale a supporto e tutela delle vittime di reato che la legge ha previsto e istituito, mettendo in relazione associazioni, organizzazioni e istituzioni. Per il suo funzionamento e per lo svolgimento delle attività di sua competenza, potrà contare sul supporto di uno specifico staff regionale e su un budget annuo di 70mila euro.

Elisabetta Aldrovandi, 45 anni, avvocato, modenese, è anche fondatrice e presidente dell’Osservatorio nazionale per il sostegno delle vittime e da sempre ha impostato la sua attività professionale occupandosi di tutela delle vittime di reati, crimini violenti e dell’assistenza ai familiari in sede processuale

136 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online