Venerdì, 24 gennaio 2020 - ore 05.35

MANFREDINI: "migliorare la funzionalità di ingresso della stazione

| Scritto da Redazione
MANFREDINI:

Regolamentare la sosta breve, collocare la tettoia per i clienti dei taxi e miglioramento della segnaletica orizzontale e verticale di tutto il piazzale. Inoltre quando si toglieranno i mezzi pesanti da via Dante, in modo che non passino anche nella via d'ingresso alla stazione?
Con un'interrogazione il Pd chiede alla luce delle numerose criticità evidenziate anche dai conducenti dei  taxi stessi cosa intende fare il Comune.
In particolare visto che i mesi scorsi era stata posizionata una piccola tettoia per le bici a noleggio, se non è possibile attrezzare la postazione dei tassisti in maniera appropriata. Con tettoia e segnaletica orizzontale e verticale adeguata anche in tutto il piazzale.
Inoltre si chiede quanto si pensa di togliere i mezzi pesanti da Via Dante in modo da evitare anche il transito degli autobus dalla via che permette di accedere all'ingresso della stazione, di limitata sezione, dove contemporaneamente vi è il carico/scarico dei passeggeri che scendono sia dai taxi ma anche dalle auto in modo da evitare situazione di pericolo.

Ecco il testo dell'interrogazione
Premesso che
Il servizio effettuato dai tassisti è un servizio pubblico molto utile per la città di Cremona;
Le postazioni dei taxi sono tre: piazza Roma, piazzale della stazione e largo priori -ospedale-
Per tali  punti  è necessario che sia attrezzati e ben visibili alla clientela;

Considerato che
Già con una nota stampa nei mesi scorsi si segnalava nel piazzale della stazione la mancanza di una tettoia o pensilina per gli utenti, per la postazione di telefonica e la mancanza di segnaletica adeguata;
a fine anno, il 30 dicembre 2010, si è svolta una conferenza stampa nella quale i rappresentanti dei taxi segnalavano al Comune una serie di criticità diffuse, aree di sosta precarie e pericolose in stazione;

visto che
nei mesi scorsi, nel piazzale della stazione il Comune ha posizionato una tettoia per il servizio delle bici a noleggio;
il Comune, fino ad ora in merito ai problemi segnalati, non si è attivato

in data 17 febbraio 2011 il Comune con delibera n.25 è stato costituito il comitato di monitoraggio del servizio taxi, con lo scopo:
-di favorire costantemente la regolarità di svolgimento del servizio
-di orientare le modalità di svolgimento del servizio alla domanda effettiva
-di adeguare il servizio alle esigenze emerse dalla domanda effettiva proponendo soluzioni appropriate e di proporre soluzioni

considerato che il comitato permanente è nominato dal sindaco ed è composto da 6 figure, di cui tre membri  tecnici dei vari settori dell'amministrazione comunale oltre ad un rappresentante delle associazioni di categoria rappresentative dei tassisti, un componente delle imprese dei radio taxi e un rappresentante delle associazioni degli utenti
nella speranza che tale organismo possa puntualmente risolvere le criticità di volta in volta segnalate per offrire un servizio migliore e efficiente ai cittadini

s'interroga l'assessore competente per sapere:
-se nel piazzale della stazione non ritiene utile, magari utilizzando un'area vicino alla postazione dei taxi, collocare una tettoria di protezione utile non solo in caso di maltempo ma anche per fornire un'accoglienza minima a tutte quelle persone che, scese dal treno, utilizzano il servizio per spostarsi in città
-se intende migliorare la segnaletica orizzontale e verticale per la sosta breve e per l'individuazione della postazione dei taxi

-quando si pensa di togliere i mezzi pesanti da Via Dante in modo da evitare il transito degli autobus anche dalla via che permette di accedere all'ingresso della stazione, di limitata sezione, dove contemporaneamente vi è il carico/scarico dei passeggeri che scendono sia dai taxi ma anche dalle auto in modo da evitare situazione di pericolo.

1604 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Utin Signoroni apre la vertenza Sanità con l’assessore Gallera della  Regione Lombardia

Utin Signoroni apre la vertenza Sanità con l’assessore Gallera della Regione Lombardia

Nel documento il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni ha presentato ieri all'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, giunto a Cremona, su invito del presidente stesso apre la vertenza ‘Sanita’ , per affrontare nel merito la questione del reparto di terapia neonatale intensiva Utin ed altri aspetti legati all’Asst di Crema ed all’Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore.