Sabato, 31 luglio 2021 - ore 05.25

NUOVO HOSP CREMONA Una scelta priva di buon senso. Altre due lettere

Nonostante il silenziatore posto dalla pandemia dell’ERA COVID continuano le prese di posizione dei cittadini. Oggi proponiamo le riflessioni Marco Tanzi e Carlo Conti di Cremona

| Scritto da Redazione
NUOVO HOSP CREMONA Una scelta priva di buon senso. Altre due lettere

NUOVO HOSP CREMONA Una scelta priva di buon senso. Altre due lettere

Nonostante il silenziatore posto dalla pandemia dell’ERA COVID continuano le prese di posizione dei cittadini. Oggi proponiamo le riflessioni Marco Tanzi e Carlo Conti di Cremona

Si fa sempre più fatica a indignarsi

Egregio direttore, seguo quotidianamente le vicende della città e il dibattito entusiastico che si è aperto, da più parti, politiche soprattutto, sulla inderogabile necessità di un nuovo ospedale. Per questo ho apprezzato particolarmente gli interventi del dottor Pietro Cavalli e di Beppe Carletti, con i giusti toni, gli adeguati sarcasmi e le sincere preoccupazioni. E intrisi di una qualità che sembra sempre più sfuggire al sentire comune: il buonsenso. Confesso che, quando è uscita per la prima volta sulla stampa la notizia di questa idea meravigliosa, in un momento così ferale e devastante per la vita di tutti, due parole mi sono sgorgate spontanee: «pornografia» e «sciacallaggio», insieme al riconoscimento della cinica puntualità del suo tempismo. Si fa sempre più fatica a indignarsi, sono tali e tanti i motivi che ogni giorno provocano disagio, costernazione e pensieri dolenti, soprattutto di questi tempi così grami. La politica, certa politica, non fa niente per mitigare questa indignazione, anzi.

Marco Tanzi Cremona

Uno spreco di soldi pubblici

Signor direttore, ho letto con interesse l’articolo del dottor Pietro Cavalli e la successiva lettera del signor Carletti riguardo l’opportunità di costruire un nuovo ospedale e demolire l’esistente. Personalmente lo considero uno spreco di soldi pubblici, ma per fare chiarezza sarebbe opportuno che l’Amministra - zione Ospedaliera rendesse nota la perizia strutturale e lo studio ambientale da cui si evince la necessità di demolire l’attuale sede. Anche la costruzione e demolizione di grandi edifici generano fortissimi impatti ambientali i cui effetti perdurano per anni. Cordiali saluti.

Carlo Conti Cremona

11 marzo 2021

260 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online