Sabato, 02 marzo 2024 - ore 10.50

Padania Acque assicura ai cittadini che l’acqua di casa è controllata e sicura.

In questi giorni, alcuni organi di stampa hanno riportato i dati presentati da ISPRA del “Rapporto nazionale pesticidi”. Lo studio rappresenta, attraverso migliaia di campionamenti su tutto il territorio nazionale, lo stato di inquinamento delle acque superficiali (fiumi, laghi e torrenti) e di alcune acque sotterranee.

| Scritto da Redazione
Padania Acque assicura ai cittadini che l’acqua di casa è controllata e sicura. Padania Acque assicura ai cittadini che l’acqua di casa è controllata e sicura. Padania Acque assicura ai cittadini che l’acqua di casa è controllata e sicura. Padania Acque assicura ai cittadini che l’acqua di casa è controllata e sicura.

La causa va imputata all’uso di pesticidi in campo agricolo, legati principalmente all’utilizzo di diserbanti.

L’acqua che arriva nelle case dei cittadini della Provincia di Cremona, però, è in pratica immune da questo tipo di contaminazione. Le falde da cui l’acqua viene emunta sono profonde: gli inquinanti antropici, cioè prodotti dall’uomo come il caso degli erbicidi, possono raggiungere falde di una profondità nell’ordine di una decina di metri; le falde da cui viene prelevata l’acqua destinata al consumo umano, invece, superano il centinaio di metri di profondità. La profondità delle falde è la prima e principale garanzia di un’assenza di contaminazione. Il fattore di rischio, dunque, è molto basso.

Tuttavia il laboratorio analisi di Padania Acque procede comunque a monitoraggi costanti legati al rischio di inquinamento da pesticidi. Le stesse verifiche sono portate avanti, in parallelo, dal laboratorio analisi dell’ATS Val Padana (la ex ASL), a garanzia di un assoluto controllo terzo dei risultati dei campionamenti. Negli ultimi vent’anni almeno, entrambe le strutture non hanno mai segnalato nella nostra provincia anomalie legate all’inquinamento da pesticidi.

Il laboratorio analisi di Padania Acque è un moderno ed attrezzato laboratorio analisi chimiche e microbiologiche, fin dal 1999, Accreditato da ACCREDIA «Ente Unico Nazionale di Accreditamento per la valutazione della competenza dei laboratori di prova».

Ogni anno sulla rete acquedottistica sono effettuati circa 4200 campioni per un totale di 140.000 parametri. Tutto ciò garantisce un corretto monitoraggio e assicura la qualità delle acque distribuite in conformità al D. Lgs. 2 febbraio 2001 n. 31 in attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano.

Padania Acque, lo scorso anno, non appena diventata gestore unico, ha analizzato tutti i 221 pozzi della provincia di Cremona, analizza settimanalmente i potabilizzatori di Cremona e Crema e mensilmente di tutta la Provincia, ogni 60 giorni tutti i punti di prelievo e ogni 30 Crema e Cremona.

L’acqua delle nostre case resta un’acqua sicura, più controllata di tanta acqua pubblicizzata, di grande qualità e buonissima da bere.

Fonte: Padania Acque Spa Cremona

 

 

 

1276 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online