Giovedì, 02 febbraio 2023 - ore 15.37

Pietro Morini se né andato. I saluti degli amici e compagni | G.C.STORTI

Come ricorda il manifesto funerario “Si è fermato il suo grande cuore’. Un uomo di sinistra, rifondazione comunista, molto capace sia come professore che come politico.

| Scritto da Redazione
Pietro Morini se né andato. I saluti degli amici e compagni | G.C.STORTI

Pietro Morini se né andato. I saluti degli amici e compagni | G.C.STORTI

Qualche giorno fà se né andato Pietro Morini. Come ricorda il manifesto funerario “Si è fermato il suo grande cuore’. Un uomo di sinistra, rifondazione comunista, molto capace sia come professore che come politico.

Ho avuto la fortuna di incontrarlo con sua moglie Carmen, ai primi di giugno, a Pinarella di Cervia dove ero in vacanza con mia moglie Rosalba.

Dopo la lunga malattia che l’aveva costretto per mesi in ospedale l’ho trovato affaticato ma con tanta voglia di riprendersi. Aveva con sè il suo pacco di giornali e la piacevolissima chiaccherata è ovviamente finita sulla  politica e sulla crisi della sinistra e del centro sinistra.

Entrambi con qualche nostalgia per il passato ma vogliosi di capire l’oggi ed incidere per una inversione di rotta e sulla necessità di ricostruire una alleanza larga in grado di battere la destra leghista e fascista , che da più parti è data vittoriosa alle prossime elezioni politiche.

In quell’occasione gli ho portato i saluti di un mio nipote che lo ricorda ancora come professore e che a suo dire gli ha dato, come insegnante, le giuste dritte per intraprendere il suo lavoro di artista.

Dopo il pranzo ed il caffè ci siamo salutati con un arrivederci. Purtroppo non cè l'ha fatta e non ci rimane altro che ricordarlo, prima ancora che come politico, come uomo intelligente e gentile che sapeva ascoltare ed indirizzare, con i suoi ragionamenti, le scelte , anche di vita, delle persone.

Caro Pietro, riposa in pace. Un abbraccio a Carmen anche da mia moglie Rosalba.

Gian Carlo Storti.

12 agosto 2021

Di seguito qualche appunto sulla sua vita ed alcuni saluti di chi ha lavorato con lui o l’ha conosciuto

----------------------------------------------------

Chi era Pietro Morini.

Era nato il 5 marzo 1952. Ricordato dai suoi studenti  cremonesi  come ottimo insegnante liceo artistico Munari  di Cremona (oggi Stradivari) dove insegnava italiano e storia.

E’ stato nella giunta Torchio (dal 2004 al 2009) assessore all’istruzione e nello stesso periodo segretario di rifondazione comunista.

Morini esercitò con passione il suo incarico di assessore provinciale all’Istruzione, incentivando le azioni di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici delle superiori. Era orgoglioso di aver contribuito a bonificare dall’amianto molte delle scuole del territorio.

Per tutti era Piero  Gentile, disponibile, generoso, di quella generosità che si traduce in una naturale e mai scontata disponibilità

Da anni si era trasferito la  moglie Car men nella sua Emilia Romagna, a Castel Bolognese dove il 12 agosto si svolgeranno i funerali.

Alcuni commenti di amici, colleghi e politici.

 Marco Serfogli, docente dell’artistico —. Piero fu fra coloro che si adoperò per aprire la sedecremonese del liceo artistico».

Celestina Villa: «E così Piero ci ha lasciati, non tanto per tornare nella sua più che amata Romagna, dove è nato, ma per sempre È diventato segretario in uno dei momenti più difficili del partito, ma con il suo ottimismo, il suo impegno e la sua grande capacità organizzativa è riuscito a mantenere uniti e attivi i compagni. Sapeva apprezzare e motivare ogni iscritto e militante. Era accogliente e aperto, sempre disposto al dialogo ed al confronto. La Federazione di Cremona e il Partito tutto gli saranno sempre riconoscenti per quanto da lui fatto».

Giuseppe Torchio PIETRO MORINI, in memoriam. Ciao Pietro! Insegnante e mio assessore provinciale.  Deciso, impegnato, risoluto, garbato, culturalmente forte e politicamente mite.  Anche nella grande casa della sinistra un esempio di collaborazione per il bene comune, di composizione di conflitti senza rinunciare alla propria radice, di capacità amministrative per coniugare la realtà con la visione di fondo della società.  Un forte abbraccio alla moglie, agli amici ed ai “compagni” della sinistra.

Franco Bordo Un'altra bella persona che ho avuto il piacere di incontrare se ne è andata. Sei stato un buon professore, un buon assessore della nostra provincia, un buon segretario di Rifondazione. Un compagno buono e simpatico. Ciao Pietro Morini.

Antonio Resta: Ci mancherà molto, moltissimo! E così dopo Giovanni Ghetti se ne va Pietro Morini, che io chiamavo Piero.. E che quando chiaccheravamo insieme a Gio e Carmen mi aiutava ad andare oltre ciò che era scontato vedere.. Grazie per quello che mi hai insegnato!

Rebecca Tomasoni : Grazie professore

Cosetta Maria Erinaldi Buon viaggio Piero E grazie, GRAZIE di tutto

Gianmario Confortini Ciao Piero, Sei stato il prof che ogni giovane dovrebbe avere la fortuna di incontrare, ma soprattutto sei stato una guida politica, per me che dal sindacato sono arrivato a rifo ed insieme abbiamo attraversato quella che forse è stata l’ultima stagione di una sinistra che ha cercato, non riuscendoci, di cambiare lo stato di cose presenti. Ma tu, noi, ci abbiamo almeno provato. Grazie,che la terra ti sia lieve. RIP

Mimma Aiello È stato il mio grandioso prof di italiano al liceo

Tiziano Guerini RIP per un altro collega che se ne va …

Nox Busseti Io ritengo un grande privilegio aver avuto la possibilità di incontrare e conoscere, anche se solo nella sua veste di docente, un uomo come lui, in grado di trasmettere, attraverso la sua sensibilità e umanità, tutto il suo immenso amore per la vita, per la bellezza e per la conoscenza.

Sheila Franzoni Grazie di tutto prof. Pietro Morini , sei stata una persona importante, che mi ha aiutata e sostenuta

Nicla Tataranni Persona umana lui

Cecilia Cerri triste  Ho scattato questa foto (quella pubblicata qui)  il 17 giugno 1997, alla festa di fine anno scolastico, al liceo artistico di Crema, che era ai tempi la scuola più bella del mondo. E lui, Pietro Morini era il professore migliore del mondo, l'uomo da clonare in migliaia di esemplari, il mio ideale di UOMO, di essere umano. Anche dopo la scuola era una festa per me incontrarlo per strada, a Cremona, visto che potevo abbracciarlo senza ritegno. Siamo andati a trovarlo anche tre anni fa e non mi era sembrato nemmeno invecchiato, sempre bello dentro e fuori. Ieri si è spento e lascerà una voragine nel mio cuore e sulla Terra. Sono così fortunata ad averlo conosciuto!

Ivonne VotoPietro Morini  Il tuo essere non si spegnerà mai.....grazie Prof, per tutto quello che mi hai trasmesso

Rossella Zelioli Una bella persona, bellissimi ricordi

1741 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online