Lunedì, 26 agosto 2019 - ore 00.01

Ponte di Casalmaggiore. Il Senato approva Il decreto del Governo. Luciano Pizzetti (Pd) : soluzione più vicina

Ultima ora : 14, 00 Ponte di Casalmaggiore .Il Sen Luciano Pizzetti ci comunica che il decreto contenente l'articolo che dà la possibilità al Comune di Casalmaggiore di dichiarare lo stato l'emergenza e quindi attingere ai finanziamenti e' satto approvato con il voto contrario di Forza Ialia,Lega, Movimento 5 Stelle e MDP. "Ora , il comune di Caslamggiore, dichiara Luciano Pizzetti, può operare per risolvere il problema del ponte"

| Scritto da Redazione
 Ponte di Casalmaggiore. Il Senato approva Il decreto del Governo.  Luciano Pizzetti (Pd) : soluzione più vicina

Ultima ora : 14, 00 Ponte di Casalmaggiore .Il Sen Luciano Pizzetti ci comunica che  il decreto contenente l'articolo che dà la possibilità al Comune di Casalmaggiore di dichiarare lo stato l'emergenza e quindi attingere ai finanziamenti e' satto approvato con il voto contrario di Forza Ialia,Lega, Movimento 5 Stelle  e MDP. "Ora , il comune di Caslamggiore, dichiara Luciano Pizzetti, può operare per risolvere il problema del ponte"

--------------------

Ponte di Casalmaggiore. I decreto del Governo permette di avviare a soluzione il problema di Luciano Pizzetti

Consiglio comunale di Casalmaggiore si riunirà domani, 16 novembre, per discutere una mozione con la quale valutare se procedere o meno alla richiesta di dichiarazione di stato d’emergenza per la messa in sicurezza del Ponte sul Po.

Non potendo parteciparvi perché impegnato nell'approvazione del Decreto Fiscale, in cui è stato inserito l'emendamento che destina da subito 35 milioni € per la messa in sicurezza dei ponti sul Po che allego, su cui il Governo pone la questione di fiducia, vorrei contribuire al dibattito portando alcuni elementi di valutazione. L’obiettivo di velocizzare i tempi e le procedure necessarie alla messa in sicurezza dell'infrastruttura è totalmente condivisibile. Occorre comprendere quale sia la via migliore.

Con riferimento specifico al Ponte di Casalmaggiore la normativa di riferimento per procedure e tempi per la dichiarazione di stato d'emergenza è la Legge 24 febbraio 1992 n. 225, che istituisce lo stesso Servizio nazionale della protezione civile.

Su questa base normativa, in estrema sintesi, la procedura che si prefigura in caso di approvazione della richiesta di stato d’emergenza in Consiglio comunale potrebbe essere la seguente. Se il 16 novembre la mozione sarà approvata, la richiesta verrà inviata alla Regione, che procederà allora con una prima istruttoria e ne valuterà la ragione d’essere. Qualora questo filtro regionale venisse superato, la Regione invierà l’istruttoria a Palazzo Chigi e al Dipartimento centrale della Protezione civile, che procederà a sua volta con una seconda istruttoria (in concreto un sopralluogo per verificare la natura e l’effettiva validità della richiesta). Il criterio di valutazione fondamentale sarà la verifica della presenza di un evento imprevisto e imprevedibile, come stabilito dagli articoli 2 e 5 della Legge 225/92, che motivi un successivo intervento della Protezione civile, cioè una calamità di origine naturale o causata dall’uomo che, per intensità ed estensione, debba essere fronteggiata con mezzi e poteri straordinari.

 Tornando alle due istruttorie, quella regionale e quella nazionale, di norma non dovrebbero richiedere più di 15-20 giorni. Nel caso in cui Regione Lombardia e la Protezione civile ritengano fondata la richiesta iniziale, allora il Consiglio dei Ministri valuta ed eventualmente procede con una delibera dichiarando lo stato d’emergenza. In quella delibera, sulla base delle istruttorie pregresse, il Consiglio dei Ministri indicherebbe le risorse da allocare con urgenza e proporrebbe la nomina di un Commissario. L’individuazione del Commissario avviene d’intesa con la Regione poiché, di norma, il Commissario è di nomina del Presidente della Regione. A questo punto, e solo allora, inizia il lavoro del Commissario che, di concerto con tutti gli attori lombardi ed emiliani interessati alla messa in sicurezza del Ponte e in un massimo di 30 giorni, procede alla ricognizione del danno e della situazione d’emergenza e predispone un piano in cui si definiscono tempi, interventi e risorse necessarie per portarli a termine.

Sen. Luciano Pizzetti

Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

In allegato il citato articolo

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

1640 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online