Lunedì, 05 dicembre 2022 - ore 02.23

Prezzi ulteriormente stratosferici per gas e luce. Perché?

| Scritto da Redazione
Prezzi ulteriormente stratosferici per gas e luce. Perché?

“Sono in arrivo prezzi mai visti prima per la bolletta elettrica degli italiani”, così il direttore della Divisione Energia di Arera, Massimo Ricci (Ansa).

In attesa che stasera ci arrivino i dati precisi (1), leggendo qui e là si parla di prezzi che per l’energia elettrica vanno tra il 60% e il 100% in più, che diventa +70% per il gas.



Ci dovranno spiegare perché questi aumenti stratosferici per le tariffe del mercato tutelato, visto che per quello libero può sempre succedere di tutto e di più. Questo perché abbiamo lo stoccaggio al 90% dei depositi per l’inverno.



Certo, non siamo un Paese ricco come la Germania, che ha stanziato 200 miliardi di euro per far fronte alle prossime bollette, ma mentre la Germania è molto dipendente dal gasdotto NordStream noi, almeno tecnicamente (2), non ne siamo coinvolti. Quindi, forse, siamo messi un po’ meglio dei tedeschi e abbiamo meno esigenze miliardarie.



E quando lo sapremo, ammesso che siano motivi comprensibili e logici, cosa farà il governo uscente (tecnicamente ancora in carica per la cosiddetta ordinaria amministrazione -3) e cosa farà il governo entrante (forse a metà ottobre).

E cosa succederà per i cosiddetti extra-profitti in cui, per esempio, sono coinvolte anche aziende ad alta presenza pubblica e che non hanno versato quanto avrebbero dovuto già fare?



Una cosa ci preoccupa: non dover versare sull’altare dell’emergenza la liberalizzazione del nostro mercato, ché, visto il governo non tanto liberista che si appresta ad arrivare, non sarebbe difficile ritrovarsi con dei monopoli che, pur se magari chiamati in altro modo, di fatto sarebbero tali.



1 – ci siamo sempre chiesti perché queste comunicazioni debbano essere fatte a quest’ora della sera, quando per chi confeziona i prodotti mediatici cartacei, e non solo, è tutto più complicato e comporta agire con molta fretta sì da “stare sul pezzo”

2 - politicamente… chissà se lo sapremo mai…

3 – che, visti gli ultimi provvedimenti approvati, non ci è sembrata tanto ordinaria….



---------------------------------------



Subito dopo queso articolo, l'Arera ha diffuso il comunicato con gli aumenti e le sue richieste al Governo, così sintetizzato dall'agenzia Radiocor:

Nel quarto trimestre i prezzi dell'elettricità per le famiglie italiane (del mercato tutelato) saliranno del 59% mentre quelli del gas verranno aggiornati mensilmente e saranno quindi resi noti a inizio novembre. E' quanto precisa un comunicato di Arera, che sottolinea come ha effettuato "un intervento straordinario, ritenuto necessario per le condizioni di eccezionale gravità della situazione" per limitare l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica che altrimenti sarebbe raddoppiato causa il drammatico contesto internazionale sul fronte geopolitico ed energetico. Tecnicamente, l'Autorità ha deciso di "posticipare eccezionalmente il necessario recupero della differenza tra i prezzi preventivati per lo scorso trimestre e i costi reali che si sono verificati, anch’essi caratterizzati da aumenti straordinariamente elevati". In più, grazie al Decreto Aiuti bis, anche per il IV trimestre Arera è intervenuta sulle componenti degli oneri generali di sistema, azzerandole, sia per il settore elettrico che per il gas per la generalità degli utenti.

Inoltre, alla luce dell'attuale situazione, Arera oggi stesso, ha inviato una segnalazione a Governo e Parlamento ribadendo la richiesta che la scadenza del gennaio 2023 per la fine del mercato tutelato gas venga posticipata.

In termini di effetti finali, per la bolletta elettrica la spesa per la famiglia tipo nel 2022 (1 gennaio 2022 -31 dicembre 2022) sarà di circa 1.322 euro, rispetto ai 632 euro circa del 2021 (i 12 mesi equivalenti dell'anno precedente).

144 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria