Sabato, 21 settembre 2019 - ore 19.05

Ritengo che si debba votare a giugno Intervista a Luciano Pizzetti di Gilberto Bazoli

Quale sarà il futuro di Renzi? «Ha commesso molti errori, ma non si può mettere la sua cacciata davanti a tutto».

| Scritto da Redazione
Ritengo che si debba votare a  giugno Intervista a Luciano Pizzetti di Gilberto Bazoli

Ecco il testo integrale dell'intervista  di Gilberto Bazoli

D’Alema che minaccia la scissione, Bersani che non chiude all’ipotesi, il congresso subito o dopo, il voto anticipato o alla scadenza naturale, il ruolo di Renzi, la legge elettorale, la minoranza interna che alza la voce (anche a Cremona).

Tutti nodi al centro dello scontro politico nel Pd e anche sul tavolo di Luciano Pizzetti, sottosegretario per i Rapporti con il Parlamento ed esponente di spicco dell’ala sinistra della maggioranza dem.

Senatore Pizzetti, cosa pensa del ‘liberi tutti’dalemiano ?  «Penso che la sinistra e il centrosinistra devono liberarsi dalla sindrome del conte Ugolino. L’unità e il senso della comunità non sono un bene strumentale, ma un valore da presidiare. Il Pd deve abituarsi al confronto e alla discussione, ma anche al rispetto delle regole».

A chi si riferisce? «A tutti. Quando, dopo le primarie del 2013, Bersani si candidò alle politiche, uno dei punti fondamentali del programma era che le divergenze dovevano essere dibattute e affrontate in modo trasparente ma che poi tutti si dovevano allineare».

Invece ? «Invece si rischia sempre che chi vince faccia il padrone e chi perde faccia l’opposizione permanent e» . E’ anche vero che nella storia della sinistra si è parlato infinite volte di scissione. «Più che parlarne, la sinistra ha vissuto di scissioni. Spero voglia interrompere questa scia che la accompagna da tempo immemore. E’ il momento di diventare adulti. Lo impongono anche gli avvenimenti a livello mondiale, che vedono la sinistra in arretramento pressoché ovunque»

 Come giudica le mosse di Bersani ? «Bersani - lo dico non per modo di dire ma perché lo penso davvero- è una persona straordinaria, condivido sino alla radice i valori che esprime».

Ma ? «Ciò che non condivido di lui negli ultimi tempi è la sua lettura della crisi in base alla quale la crisi stessa può essere affrontata solo attraverso l’uso esteso della finanza pubblica. La crisi non è solo sociale, ma nasce anche dal rapporto arrugginito tra istituzioni e cittadini. La crisi deriva anche dal fatto che le istituzioni funzionano male».

Il congresso del Pd: adesso o dopo ? «Come ho detto subito dopo il referendum sulla riforma della Costituzione, ero perché il congresso venisse convocato immediatamente e si avviasse una riflessione profonda sul compito del centrosinistra in questa fase della globalizzazione. Mi pare, però, che quell’idea del congresso subito non abbia preso piede. Credo che, alla fine, il congresso si svolgerà non subito, ma più avanti» .

Eppure da più parti se ne reclama la convocazione. «Alcuni di quelli che lo chiedono lo fanno solo per non tenere le elezioni a giugno ma nel febbraio 2018, in un contesto, stando a questa ipotesi, assai cambiato » .

Quando si deve andare a votare? «Continuo a credere che sarebbe utile a giugno».

Perché ? «Questo è un Parlamento eletto con una legge dichiarata incostituzionale e che ha fatto una riforma respinta dagli italiani. Non credo che questo Parlamento sia in grado di approvare una legge elettorale migliore di quella uscita dalla Consulta. L’ottimo, secondo me, sarebbe il doppio turno, alla francese, perché restituirebbe ai cittadini lo scettro per la scelta del governo e del Parlamento».

A Cremona la minoranza Pd si sta organizzando. «A parte che sono e mi sento di sinistra, è un bene, se però le cose vengono tenute su un livello di confronto politico e correttezza» .

 A cosa pensa? «A tutte le critiche all’Italicum» .

Quale sarà il futuro di Renzi? «Ha commesso molti errori, ma non si può mettere la sua cacciata davanti a tutto».

Cosa emerge dal caso Raggi? «I 5 Stelle, con le loro faide interne, non possono rappresentare l’istanza di rinnovamento».

Intervista di Gilberto Bazoli pubblicata sul giornale ‘La Provincia ‘ di domenica 5 febbraio 2016. Ringraziamo il Sen. Pizzetti  per l’autorizzazione alla sua pubblicazione integrale sul nostro sito.

In allegato la pagina del giornale.

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

656 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online