Domenica, 22 settembre 2019 - ore 03.46

(Video) I miei impegni in qualità di uomo di Governo per Cremona di Luciano Pizzetti

E’ necessario uscire dalle vecchie lamentazioni e lavorare su questioni concrete del territorio. Il Sindaco Galimberti non è un sognatore. Sta lavorando bene per garantire lo sviluppo delle nostre pregiate filiere produttive. Le priorità sono cultura e Cremona nel Mondo, mobilità ferroviaria, navigazione del fiume, rilancio della Fiera e sostegno alle attività economiche . Se saremo deboli con Mantova è perché Cremona si divide e non altro.

| Scritto da Redazione
(Video) I miei impegni in qualità di uomo  di Governo per Cremona di Luciano Pizzetti (Video) I miei impegni in qualità di uomo  di Governo per Cremona di Luciano Pizzetti


In questa conversazione ho fatto a Luciano Pizzetti una domanda diretta e cioè : ‘in qualità di uomo di Governo  che priorità  vedi e che cosa si può fare per Cremona ed il suo territorio?

Pizzetti ha snocciolato un ragionamento molto preciso e concreto e ,come è nel suo stile, non rinunciando a lanciare qualche ‘frecciatona’ come ad esempio : se saremo deboli con Mantova è perché Cremona si divide e non altro’.

Ha ricordato che il Governo nazionale per Cremona ha già fatto qualcosa come un sostanziale contributo per le celebrazioni del 450° anniversario di Monteverdi, l’attivazione di studi e progettazione della tratta ferroviaria Cremona- Milano e molta attenzione ai temi della navigazione del fiume Po.

Inoltre Cremona risolve i suoi problemi anche vedendo come sostenere industrie del territorio (leggasi Arvedi) che stanno investendo in altre parti d’Italia come nella acciaierie di Triste e si spera nell’Ilva di Taranto. Sostenere questi progetti significa rafforzare le filiere produttive che ci sono sul nostro territorio.

Inoltre il Ministero dell’Agricoltura (guidato da Martina) ha saputo in questi tre anni sviluppare un forte sostegno alle attività agricole che da sempre sono state il fulcro di sviluppo delle nostre terre.

‘A volte- continua Pizzetti- però siamo nemici di noi stessi. Ci perdiamo in discussioni di livello localistico come il rapporto che ci dovrà essere fra Crema e Cremona in un contesto di collaborazione più ampio con Mantova o Pavia oppure il tema della Freccia Rossa che non passa più dalla nostra città’ Non va rincorsa l’araba fenice ma è necessario essere molto concreti’.

Il vero tema è la dinamica che si possono sviluppare sulla progettualità. Ed in questo contesto esprime convinto sostegno a Gianluca Galimberti , sindaco di Cremona, che non è un sognatore  e che invece sta facendo un investimento importante sulle grandi  filiere produttive   del nostro territorio'. 

‘Insomma- chiude Pizzetti- siamo obbligati ad uscire dal provincialismo  e smetterla di parlarci addosso con il solito lamentoso clichè. Non dimentichiamo che  Cremona ha alti livelli di qualità della vita e se saremo deboli con Mantova non lo saremo per le qualità della città virgiliana ma perché il nostro territorio si dividerà’.

Red/welcr/gcst

Video di Gian Carlo Storti welfare cremona  17 gennaio 2017

 

1435 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online