Venerdì, 24 gennaio 2020 - ore 11.20

San Bassano. Il sindaco Lameri (alias Bassanetti) apre la campagna elettorale in modo inusuale

Il sindaco si sforza di spiegare ai cittadini quanto “bene” avrebbe fatto nei lunghi 10 anni di sua amministrazione.

| Scritto da Redazione
San Bassano. Il sindaco Lameri (alias Bassanetti) apre la campagna elettorale in modo inusuale

IL SINDACO LAMERI (alias BASSANETTI) di  SAN BASSANO (CR)  APRE LA SUA CAMPAGNA ELETTORALE IN MODO INUSUALE PER UN RAPPRESENTANTE DELLE ISTITUZIONI, SPARLANDO A  SPROPOSITO, IN MODO SCONCLUSIONATO e CON TONI STIZZITI E NERVOSI! Qualche giorno fa, con carta intestata del Comune, il sindaco Lameri ha diffuso un lungo comunicato in risposta ad un testo apparso sulla pagina Facebook “Bastasprechi San Bassano”. Nel suo scritto un po' concitato (stia serena sig.ra Lameri) il sindaco si sforza di spiegare ai cittadini quanto “bene” avrebbe fatto nei lunghi 10 anni di sua amministrazione. Pensiamo non valga la pena di mettersi sul suo stesso piano mediocre, rancoroso senza giustificazione e pieno di livore, contestando evidenti inesattezze e le banalità contenute nel suo lungo, nervoso ed insultante sfogo ( tra l'altro non firmato dalla Giunta, ma solo dalla sig.ra Lameri). Scegliamo e preferiamo sviluppare alcune considerazioni per punti.

1)   Nei nostri scritti MAI si sostiene che le imposte, le tasse e le tariffe siano servite direttamente a finanziare la palestra (sarebbe bastato leggere senza pregiudizi e rabbia i nostri testi). Noi invece abbiamo sostenuto e sosteniamo che quei soldi pubblici potevano essere destinati ed investiti per altre priorità.

2)   A San Bassano lo scorso anno  l'IMU sulla prima casa non si pagò perché venne abolita con legge dello stato e non per scelta del sindaco. Per altro l'abolizione dell'IMU è una bufala perché sostituita da altre tasse (TASI, TARES ecc.) che il sindaco si è affrettato a far pagare nella sua totalità (la TARES), senza le possibili detrazioni che avrebbe potuto applicare come hanno fatto altri Comuni.

3)   I soldi che il marito della sig.ra Lameri (titolare dell'omonima azienda agro-alimentare) ha versato per la costruzione della palestra sono a fondo perduto o no, dato che nel comunicato del sindaco questo non appare con chiarezza? E come sono stati classificati nel bilancio?

4)   Il costo della palestra è aumentato rispetto alle previsioni, si è arrivati a circa un milione e duecentomila euro, per ora. I 500 mila euro a carico del comune potevano e dovevano essere investiti in attività più utili alla cittadinanza (anziani, scuole, viabilità, meno tasse ecc.). La signora Lameri non cita i COSTI DI GESTIONE della palestra. Quanto dovranno pagare i sanbassanesi per mantenerla?

5)   Il Comune non è un ente privato, è quindi preoccupante che la sig.ra Lameri si sia rivolta e abbia ottenuto finanziamenti dalla ditta di famiglia per un investimento non di primaria importanza (la palestra, che speriamo non venga intitolata a qualche famigliare del sindaco. Sarebbe di cattivo gusto). Non c'è un po' di conflitto di interessi in tutto questo? Il presente e il futuro del Comune non deve e non può essere ipotecato da aiuti di privati. Il Comune deve e dovrà essere semplicemente ben amministrato! Il Prefetto vigilerà.

6)   Siamo soddisfatti nell'apprendere che non sarà applicata la maggiorazione dello 0,8 per mille sulla TASI (la tassa che ha sostituito l’IMU), così come da noi chiesto e rivendicato da tempo.

7)   Il carico mutui è diminuito OGGETTIVAMENTE perché le rate devono essere pagate regolarmente, pena il rischio di parziale fallimento del comune. Si tratta di ordinaria amministrazione, e non merito del sindaco.

8)   L'avvicinarsi delle elezioni fa perdere la testa e rende agitati e nervosi. Infatti la sig.ra Lameri afferma testualmente “...che ha messo di tasca propria i denari per il catrame...e altro”. Ma siamo impazziti? Si rende conto della oggettiva gravità delle sue affermazioni e del suo paternalismo fuori luogo? L'attività amministrativa di un comune non è quella di una “famiglia”. Un sindaco normale deve saper amministrare e far quadrare i bilanci. NON DEVE e NON PUO' a un mese dalle elezioni “svelare” ai cittadini che lei ha pagato di tasca propria alcuni interventi. Questo non solo è di cattivo gusto, ma è sintomo di inadeguatezza nel proprio ruolo. Queste cose squallide le faceva meglio il sindaco monarchico di Napoli negli anni '50 quando distribuiva pasta gratis ai suoi concittadini. Se un sindaco non sa tirar fuori dalle pieghe di bilancio almeno i soldi per riempire le buche dovrebbe ritirarsi a vita privata. Oltretutto il catrame della sig.ra Lameri ha risolto ben poco, visto che  le strade del paese sono in condizioni di dissesto penoso e i marciapiedi, costruiti con costi raddoppiati rispetto al preventivo iniziale, sono inadeguati e in alcuni punti quasi inutili (essendo troppo stretti). Inoltre, queste presunte donazioni come risultano a bilancio? Noi ci chiediamo quali saranno le contropartite elettorali di questi squallidi “regali”. Non si rende conto la sig.ra Lameri di essere offensiva verso i cittadini con queste sue “boutade”? Il feudalesimo non esiste più nemmeno a San Bassano, lo sa il sindaco? Perché ricorre a questi mezzucci? In sostanza la sig.ra Lameri sta cercando disperatamente, e in modo scomposto, i voti per farsi rieleggere nonostante tutto e nonostante i dissensi esistenti sul suo nome. Ma, se ne è in grado, lo faccia almeno con stile, altrimenti rischia di essere patetica e ridicola.

9)   Perché il sindaco, a seguito del nostro comunicato, si decide solo ora di rivolgersi ai sanbassanesi dopo 10 anni in cui non si è mai degnata di fare un'assemblea pubblica per discutere con i cittadini delle scelte che la Giunta effettuava?

10)    La strada bianca è stata fatta, ma se non si modifica la segnaletica stradale rischia di essere inefficace rispetto allo smaltimento del traffico pesante nelle vie del centro. Occorre prevedere nuovi sensi unici e divieti di passaggio ai mezzi pesanti nelle strade del centro. Inoltre va rilevato che l'accesso alla strada bianca per i mezzi provenienti da Formigara non è certo agevole (tanto per usare un gentile eufemismo).

Per finire un'annotazione che siamo costretti a fare, visti i modi scomposti e falsi usati dal sindaco nel suo personale comunicato che rasenta uno squallido campanilismo, anche un po' razzista. Come si permette questa signora di affermare che alcuni suoi concittadini (tra l'altro lei abita nel comune di Cappella Cantone, ci risulta) “non vivono abitualmente a San Bassano”?

Questo non è assolutamente vero, ma se lo fosse che ci sarebbe di grave? Cosa glielo fa dire? Questa persona fa dello spionaggio gratuito violando la privacy dei cittadini. O ha  delle spie mal informate, o perde il suo tempo a sindacare se e per quanto tempo vanno in vacanza coloro che risiedono qui da più di 10 anni! Siamo al delirio preoccupante. Stia serena sig.ra Lameri che per i prossimi 5 anni continueremo a vigilare su come sarà amministrata la cosa pubblica, anche andando in vacanza quanto e quando ci pare, e speriamo di ritrovarla meno concitata e più educata.                                                                     

BASTA SPRECHI SAN BASSANO

PROPOSTE DI BASTA SPRECHI SAN BASSANO PER I PROSSIMI CINQUE ANNI

Bastasprechi Sanbassano è una pagina di facebook con oltre 100 aderenti, di San Bassano e no, creata per essere uno spazio comune per condividere proposte di buona amministrazione. Noi crediamo che il principale obiettivo di un'amministrazione debba essere il raggiungimento del benessere e della felicità dei propri cittadini. Chi ha meno deve pagare di meno e le tasse si possono anche ridurre, basta avere amministratori capaci e innovativi che spendano bene i nostri soldi. Di seguito elenchiamo alcune delle proposte che verranno approfondite prossimamente.

Amianto

Costituire un fondo per incentivare la rimozione dell'amianto dai tetti delle abitazioni e dai capannoni

Anziani

Corso di alfabetizzazione per anziani al computer, per permettere anche ai meno giovani di poter utilizzare le nuove tecnologie

Cimitero eco-sostenibile

Mettere un impianto fotovoltaico sui tetti dei loculi e sostituire le luci che illuminano i loculi con lampadine a led. Risparmio per i cittadini e guadagno per il comune

Gestione finanziaria

Istituire un servizio comunale di studio delle diverse normative per  "racimolare" quanti più finanziamenti disponibili sul mercato messi a disposizione a livello regionale, nazionale ed europeo per impiegarli, poi, al meglio tipo

Regolamento comunale per l’edilizia

Criteri di bioedilizia per la costruzione di tutte le abitazioni e le strutture, sia pubbliche che private.  Ri­qualificare molte strutture abbandonate o comunque in condizioni precarie, senza dover ricorrere alla co­struzione di nuove, evitando inutile consumo del suolo.

Rifiuti

Provvedimenti per incentivare la raccolta differenziata come, ad esempio, consegnare ai cittadini che si recano all’isola ecologica una tessera magnetica dove registrare tutti i rifiuti. Ogni 500 punti si ottiene un assegno di 20 euro. Oppure incentivare il compostaggio domestico scontando la TARES ai cittadini che lo praticano. Si può ottenere, inoltre, una riduzione generalizzata della TARES  attraverso l’incremento della percentuale di raccolta differenziata. Più i cittadini riciclano, meno il comune deve spendere per la raccolta indifferenziata e quindi può ridurre la TARES.

Sostegno al reddito

Concedere ai giovani imprenditori volenterosi un finanziamento a tasso controllato

ABOLIRE L'ADDIZIONALE IRPEF per tutti coloro che hanno un reddito fino a 25.000 euro l'anno e riportare allo 0,2 l'aliquota per tutti gli altri

AUMENTARE I FONDI per l'assistenza agli anziani e per le borse di studio da destinare agli studenti che proven­gono da famiglie con un reddito fino a 25.000 euro annui. 

TASI.Introdurre meccanismi di progressività anche per il pagamento della TASI (la tassa che ha sostituito l’IMU), non basta non introdurre l’aumento del 0.8 per mille

Trasparenza

Sul sito del comune deve essere liberamente consultabile il bilancio sociale con chiara indicazione delle voci di spesa e compara­zione con gli anni precedenti e ci deve essere un sistema che permette la segnalazione di qualsiasi problema, segnalazione che verrà subito presa in considerazione da parte dell’amministrazione e per la quale si troverà l’adeguata soluzione

1795 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria