Martedì, 11 maggio 2021 - ore 09.48

SANITA’ LOMBARDIA – DONAZIONI COVID-19 Elisabetta Strada (LCE) Utilizzare quelle risorse

“I soldi donati per l’emergenza alla Regione e agli ospedali vengono utilizzati per risolvere i problemi delle strutture sanitarie alle prese con la seconda ondata dell’epidemia?”

| Scritto da Redazione
SANITA’ LOMBARDIA – DONAZIONI COVID-19 Elisabetta Strada (LCE) Utilizzare quelle risorse

SANITA’ LOMBARDIA – DONAZIONI COVID-19 Elisabetta Strada (LCE) Utilizzare quelle risorse

“I soldi donati per l’emergenza alla Regione e agli ospedali vengono utilizzati per risolvere i problemi delle strutture sanitarie alle prese con la seconda ondata dell’epidemia?”

“Stiamo affrontando la seconda ondata dell’epidemia; durante la prima ondata la regione e gli ospedali hanno ricevuto oltre 109 milioni di euro in donazioni.

La regione sta investendo e utilizzando questi fondi per fare gli interventi strutturali e gli strumenti necessari per la riqualificazione delle strutture? – domanda Elisabetta Strada (Consigliere regionale Lombardi Civici Europeisti).

“Crediamo – continua Strada- che sia necessario accelerare tutti gli interventi utili, per questo oggi abbiamo depositato una nuova interrogazione per avere un aggiornamento della mappatura delle donazioni arrivate alla sanità lombarda, dopo che in data 25 maggio avevamo già depositato l’Interrogazione 2679 senza ad oggi, con rammarico e preoccupazione, aver ottenuto alcun riscontro.”

I numeri della solidarietà sono importanti, come pubblicato al 19 giugno sul sito della Regione Lombardia:

-fondi raccolti in denaro da ATS, ASST, IRCCS ed AREU € 109.024.378,28;

-fondi raccolti in beni da ATS, ASST, IRCCS ed AREU € 22.679.810,44

-fondi raccolti dall’Amministrazione Regionale da 33.375 donatori € 52.972.974,24  per un totale di € 187.677.200,99.

Sempre dal sito della Regione Lombardia risulta che:

-dei circa 53 milioni donati all’Amministrazione Regionale, ad oggi euro 39.000.000,00 sono stati utilizzati, ai sensi della legge regionale Legge Regionale 31 marzo 2020, n. 4, per acquisizioni di beni e servizi necessari alle strutture del servizio sanitario regionale da utilizzare nelle attività di contrasto all'emergenza epidemiologica da COVID-19, nonché alla realizzazione di interventi da parte della Protezione civile in relazione all'emergenza, conformemente a quanto previsto dall'articolo 99, commi 3 e seguenti, del decreto-legge n.18 del 2020.

-le restanti risorse, che ammontano a circa euro 14.100.000, sono in giacenza sul conto della Tesoreria di Regione Lombardia.

-le ATS, ASST, e IRCCS, operando in piena autonomia, hanno potuto utilizzare risorse in denaro per circa € 109.000.000.

“Siamo in piena seconda ondata – ribadisce la Consigliera civica- quindi è fondamentale sapere se esiste un piano strutturato di impiego delle donazioni in denaro e se sono state attivate procedure con criteri di somma urgenza per i lavori necessari nei diversi presidi ospedalieri sia da parte delle ATS, ASST e IRCSS che direttamente dall’Amministrazione Regionale.”

“Per fare solo un esempio concreto: al Sacco, struttura sanitaria in primissima linea sul fronte Convid-19, c’è un progetto per l’acquisto di una Tac al Pronto Soccorso. Decisione presa, sponsor trovato, ma la TAC non c’è ancora.

Crediamo sia davvero fondamentale usare subito e bene tutti i fondi donati per risolvere le tante criticità presenti nei nostri ospedali.

Sia per una buona normale amministrazione, sia per l’amministrazione straordinaria che questo virus ci impone.”

Così dichiara Elisabetta Strada, Consigliere regionale dei Lombardi Civici Europeisti

 

203 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online