Martedì, 29 settembre 2020 - ore 23.15

Sette comuni della provincia hanno adottato il REGISTRO DELLA BIGENITORIALITA’

Grazie alla proposta di delibera presentata dall’Associazione Bi.Genitori Diritti dei Minori, sono sette i Comuni in Provincia di Cremona che hanno istituito il Registro amministrativo (Piadena, Casalbuttano, Cremona, Crema, Pizzighettone, Castelverde ed Annicco) per il diritto del minore alla bigenitorialità e approvato il relativo regolamento.

| Scritto da Redazione
Sette comuni della provincia  hanno adottato il  REGISTRO DELLA BIGENITORIALITA’

Sette comuni della provincia  hanno adottato il  REGISTRO DELLA BIGENITORIALITA’

Grazie alla proposta di delibera presentata dall’Associazione Bi.Genitori Diritti dei Minori, sono sette i Comuni in Provincia di Cremona che hanno istituito il Registro amministrativo (Piadena, Casalbuttano, Cremona, Crema, Pizzighettone, Castelverde ed Annicco) per il diritto del minore alla bigenitorialità e approvato il relativo regolamento.

Al registro potranno essere iscritti i figli di genitori con residenze diverse, qualunque ne sia il motivo. La residenza del minore resterà una sola, ma le comunicazioni che lo riguardano dovranno fare riferimento ai due domicili indicati dai genitori. Per l’iscrizione del minore al registro è necessario pertanto che il minore sia residente nel Comune e che almeno uno dei genitori ne faccia richiesta personalmente e che lo stesso genitore sia titolare della responsabilità genitoriale (ex potestà genitoriale). Per bigentitorialità si vuole intendere il diritto del figlio a fruire dell’apporto educativo e affettivo di entrambi i genitori. Si configura come un diritto soggettivo, permanente e indisponibile del minore, legato alla sua persona a prescindere dai rapporti tra genitore e genitore, ovvero il legittimo diritto a mantenere un rapporto stabile con entrambi i genitori, anche nel caso questi siano separati o divorziati, ogni qual volta non esistano impedimenti che giustifichino l'allontanamento di un genitore dal proprio figlio.

Tale diritto si basa sul fatto che essere genitori è un impegno che si prende nei confronti dei figli e non dell'altro genitore, per cui esso non può e non deve essere influenzato da un'eventuale separazione. Né su di lui si può far ricadere la responsabilità di scelte separative dei genitori.

Maggiori informazioni sulle finalità del registro e sull'organizzazione del servizio, possono essere richieste direttamente ai Comune dove già è approvato oppure è possibile contattare l’Associazione Bi.Genitori al numero 388.1999687 o sul sito www.bigenitori.it

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

570 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online