Sabato, 21 settembre 2019 - ore 23.14

Settore motori ai raggi X tra nuovo ed usato

Continua a macinare buoni numeri il mercato delle auto in Italia. Nell’ultimo mese sono state immatricolate 152.800 autovetture.

| Scritto da Redazione
Settore motori ai raggi X tra nuovo ed usato

Per quanto riguarda invece i sette mesi del 2019 fino ad ora trascorsi, la differenza rispetto allo scorso anno è -3,1%, corrispondente a 1.274.598 unità registrate, anche se la prospettiva è più che positiva.

Ma quali sono i segmenti con maggiore crescita? A luglio sono andate benissimo le citycar, anche forte: 23,3% contro una media annuale di 8,7%. Le utilitarie (la fascia più importante del mercato) sono ferme a -0,3%, mentre le medie di segmento C, la seconda fascia per volumi, sono scese del 9,3%; calano anche le medio-grandi, -4,2%. Salgono le auto di lusso, +7,2% il segmento E e +17,4% il segmento F. Dal lato carrozzerie nulla di nuovo sotto il sole: i crossover proseguono la loro espansione a macchia d’olio, anzi sono praticamente l’unica tipologia ad essere cresciuta a luglio, +11,6%.

Le alimentazioni

Per quanto riguarda le alimentazioni, invece, cresce il numero delle auto ibride ed elettriche, mentre diminuisce sensibilmente il dato delle auto diesel. A luglio le immatricolazioni delle auto diesel sono calate del 27,5%, mentre la media annuale è -24,2%. Sono invece cresciute di più le auto a benzina, 35,1% contro il 25,8% annuale. Il sorpasso sulla quota di mercato è già avvenuto da un pezzo e appare improbabile un’inversione di tendenza: a livello annuale, cioè sette mesi, vediamo la benzina col 43,5% (era il 33,4% nel 2018) mentre il gasolio è sceso al 42% quando un anno fa aveva il 53,6%. I motivi sono noti ed è inutile ripeterli.

Per quanto riguarda le alimentazioni alternative luglio fa segnare il 14,5%. Luglio è stato consolante per il metano, un +17,9% dovuto a promozioni e a qualche modello in più entrato sui listini.

Il Gpl invece ha una salute discreta, più modelli, prezzi inferiori e maggior numero di stazioni di rifornimento fanno la differenza. A luglio +12,6% e sui sette mesi +6,4%, per una quota di mercato del 7% (in crescita). Ma le ibride stanno arrivando. La differenza sostanziale sulle vendite è data dall’ingresso crescente nei listini dei modelli mild hybrid, molto meno incisivi su consumi ed emissioni rispetto alle ibride full e plug-in ma comunque aiutano. In totale osserviamo a luglio un +8,8% accanto ad un +27,1% annuale.

Mercato auto usate

Come procede invece col mercato delle auto usate? Grazie anche all’apporto di aziende come Car2Cash questo mercato gode di ottima salute. Luglio 2019 si è chiuso con una crescita del mercato dell’usato dei veicoli: +3,6% per le auto e +5% per le moto. In particolare, il diesel ha registrato un incremento del 5,4%. Da precisare come il mercato del nuovo delle vetture a gasolio ha ottenuto un decremento del 23,6% rispetto allo stesso mese del 2018. Secondo i dati elaborati dall’ACI, usando come fonte il Pubblico Registro Automobilistico, a luglio 2019 si sono registrati 279.973 passaggi di proprietà di auto contro i 270.237 dello stesso mese ma dell’anno scorso. Analizzando i dati per ogni singola regione d’Italia, per quanto riguarda le auto usate, abbiamo al primo posto la Lombardia dove sono stati effettuati 43.222 passaggi di proprietà. Al secondo posto troviamo la regione Lazio con 30.166 mentre al terzo la Campania con 26.319 passaggi. Fuori dalla classifica ci sono la Sicilia in quarta posizione con 24.090, il Piemonte con 21.529 al quarto posto e il Veneto con 21.313 in sesta posizione.

110 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria