Domenica, 22 settembre 2019 - ore 00.03

SIA REVOCATA LA DELEGA ALL'ATTUALE MINISTRO DELL'INTERNO.

UNA LETTERA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, AI PRESIDENTI DELLE CAMERE

| Scritto da Redazione
SIA REVOCATA LA DELEGA ALL'ATTUALE MINISTRO DELL'INTERNO.

SIA REVOCATA LA DELEGA ALL'ATTUALE MINISTRO DELL'INTERNO.

UNA LETTERA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, AI PRESIDENTI DELLE CAMERE

Al Presidente della Repubblica

al Presidente del Consiglio dei Ministri

alla Presidente del Senato della Repubblica

al Presidente della Camera dei Deputati

Oggetto: sia revocata la delega all'attuale Ministro dell'Interno per i crimini commessi

Egregio Presidente della Repubblica,

egregio Presidente del Consiglio dei Ministri,

egregia Presidente del Senato della Repubblica,

egregio Presidente della Camera dei Deputati,

il Ministro dell'Interno pro tempore da lungo tempo commette e promuove atti di razzismo, commette e promuove crimini contro l'umanita', commette e promuove il delitto di attentato contro la Costituzione.

Reso cieco da una sorta di delirio, il Ministro sembra non rendersi conto dei crimini che sta commettendo, delle terribili conseguenze delle sue azioni, del male abissale e delle sofferenze inaudite che sta infliggendo ad esseri umani innocenti.

Su sua ispirazione il governo italiano da molti mesi si macchia del delitto, obbrobrioso quant'altri mai, di omissione di soccorso.

Su sua ispirazione il governo italiano da molti mesi si macchia del delitto di sequestro di persona.

Su sua ispirazione il governo italiano da molti mesi si macchia del delitto di persecuzione di innocenti ed introduzione in Italia di un regime di segregazione razzista.

Su sua ispirazione il governo italiano da molti mesi si macchia del delitto di sabotaggio e persecuzione dei soccorritori volontari che salvano vite umane nel Mediterraneo.

Nel Mediterraneo e' in corso una strage degli innocenti: l'Italia puo' e deve farla cessare salvando tutti gli esseri umani in pericolo.

Salvare le vite e' il primo dovere.

*

Egregio Presidente della Repubblica,

egregio Presidente del Consiglio dei Ministri,

egregia Presidente del Senato della Repubblica,

egregio Presidente della Camera dei Deputati,

se in passato siete stati inerti o corrivi, questo e' il momento di agire per far cessare la folle azione criminale del Ministro dell'Interno.

Sia immediatamente revocata la delega al Ministro dell'Interno per i mostruosi crimini commessi.

Come e' noto le modalita' per revocare la delega a un ministro sono le seguenti:

  1. a) persuaderlo alle dimissioni;
  2. b) una mozione di sfiducia (che puo' essere anche ad personam) votata dalle Camere;
  3. c) le dimissioni del Presidente del Consiglio dei Ministri e conseguentemente dell'intero governo, e il successivo insediamento di un nuovo governo (anche solo per il disbrigo delle pratiche correnti in attesa di nuove elezioni) con un'altra persona a quel ministero preposta.

Valuterete voi quale sia la via piu' adeguata e piu' tempestiva.

Salvare le vite e' il primo dovere.

---------------------------

Augurandovi ogni bene,

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo

Viterbo, 17 agosto 2019

Mittente: "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo, strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: centropacevt@gmail.com

Il "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo e' una struttura nonviolenta attiva dagli anni '70 del secolo scorso che ha sostenuto, promosso e coordinato varie campagne per il bene comune, locali, nazionali ed internazionali. E' la struttura nonviolenta che oltre trent'anni fa ha coordinato per l'Italia la piu' ampia campagna di solidarieta' con Nelson Mandela, allora detenuto nelle prigioni del regime razzista sudafricano. Nel 1987 ha promosso il primo convegno nazionale di studi dedicato a Primo Levi. Dal 2000 pubblica il notiziario telematico quotidiano "La nonviolenza e' in cammino" che e' possibile ricevere gratuitamente abbonandosi attraverso il sito www.peacelink.it

260 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online