Lunedì, 21 ottobre 2019 - ore 19.48

Come fermare Salvini. Marco Pezzoni : appoggiare dall'esterno da parte di PD e Leu un governo 5Stelle

La scelta di appoggiare dall'esterno da parte di PD e Leu un governo 5Stelle condizionandone fortemente il programma. Si rispetterebbe così l'esito delle elezioni politiche dell'anno scorso.

| Scritto da Redazione
Come fermare Salvini. Marco Pezzoni : appoggiare dall'esterno da parte di PD e Leu un governo 5Stelle

Come fermare Salvini. Marco Pezzoni : appoggiare dall'esterno da parte di PD e Leu un governo 5Stelle

Per fermare l'arroganza di Salvini si sta discutendo della possibilità di un governo politico di discontinuità con dentro 5Stelle, Pd e Leu. Ma non è l'unica via possibile.

Bisogna fare di tutto per verificarne la concreta  realizzabilità. Tuttavia ci sarebbe un'altra via che tiene conto delle attuali difficoltà sia interne ai 5Stelle sia interne al centrosinistra, soprattutto interne al PD e al suo elettorato.

La scelta di appoggiare dall'esterno da parte di PD e Leu un governo 5Stelle condizionandone fortemente il programma. Si rispetterebbe così l'esito delle elezioni politiche dell'anno scorso.

Si permetterebbe ai 5Stelle di maturare una posizione più responsabile e più progressista. Il tempo breve per risolvere la crisi permette solo di mettere alcune condizioni fondamentali ai 5S tra le quali quelle di concordare solo con la nuova maggioranza i passaggi e i contenuti parlamentari da approvare.

Pd e Leu non potrebbero essere accusati di mirare alle poltrone e avrebbero il tempo di costruire nella società italiana un'alleanza più ampia e un'alternativa vincente alla destra salviniana. Il governo Conte subirebbe un rimpasto con ministri 5S e personalità concordate con il Presidente della Repubblica soprattutto al posto dei Ministri leghisti e del Ministro dell'Interno.

La manovra finanziaria per correggere gli errori del governo gialloverde sarebbero sulle spalle dei 5 Stelle. Si evietrebbe di entrare nella spirale dei veti contrapposti tra Dimaio e Renzi per formare la lista dei Ministri.

La discontinuità ci sarebbe comunque  e aprirebbe una fase di transizione per dar vita eventualmente  dopo un anno a un governo giallorosso finalmente basato su un programma di cambiamento condiviso ai vertici e nella base sociale di PD, Leu, sinistre ecologiste e degli stessi 5Stelle.

In caso non maturasse questa condizione, si andrebbe al voto ma dopo aver fatto nascere e rafforzato un nuovo centrosinistra. Andare al voto adesso significa consegnare il Paese a Salvini. Fare in pochi giorni un Governo e un programma giallorosso mi sembra un miracolo difficile da realizzare seriamente, anche se non mi scandalizza che l'innesco sia venuto dal democristiano Renzi il quale ha l'obiettivo di non perdere il controllo dei gruppi parlamentari del PD e di tornare al potere. Per questo temo che limitarsi in questa fase a condizionare un governo 5Stelle non gli basti.

Eppure sarebbe l'unica mossa sostenibile sia sul piano temporale che etico e istituzionale.  Dovrebbe esserlo anche sul piano politico. Lo capirà questo PD?

Marco Pezzoni ( Cremona)

 

589 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online