Sabato, 25 settembre 2021 - ore 14.45

Sostenere un partenariato strategico con il Marocco | Marco Baratto

La transizione ecologia una scelta etica ed economica

| Scritto da Redazione
Sostenere un partenariato strategico con il Marocco | Marco Baratto

Sostenere un partenariato strategico con il Marocco | Marco Baratto

La transizione ecologia una scelta etica ed economica

La transizione ecologica del Marocco che, essendo privo di idrocarburi nel proprio sottosuolo sta applicando con concretezza  non solo l’autonomia energetica ma una vera politica di salvaguardia ambientale. L’autonomia energetica inoltre ha riflessi sulla politica infatti, se il Marocco riuscisse a diminuire la propria dipendenza da fonti non rinnovabili non solo avrebbe a disposizione una somma maggiore per investimenti ma sarebbe slegato , in tutto o in parte , dalla fornitura e dall’approvvigionamento da paesi terzi .

Secondo punto , se sviluppate a livello industriale , Il Marocco potrebbe divenire nel volgere di poco tempo un punto di riferimento ed un produttore mondiale di idrogeno verde . Questo non solo a vantaggio della nazione stessa ma di tutto il magreb arabo e dell’africa intera. Questo farebbe di del Regno uno degli attori più importanti nel campo delle energie verdi con benefici economici notevoli che potrebbero essere indirizzati nella creazioni o implementazione di Università, centri di ricerca capaci di attirare ed essere competitivi con molti altri Paesi .

La transizione ecologica del Regno non è solo quindi una grande occasione per il Marocco, ma è una grande occasione per tutto un settore che potrebbe vedere anche l’Italia e l’Europa tra i protagonisti. Sarebbe il caso di iniziare già da ora , attraverso la creazione di un grande polo per l’idrogeno verde che veda protagonisti attivi le nazioni europee ed il Marocco in una prospettiva di collaborazione paritaria. Il Mediterraneo può anche grazie alla rivoluzione ecologica tornare protagonista .

Il Marocco è senza dubbio uno dei partner strategici essenziali dell'Unione Europea in quanto il Regno ha una straordinaria capacità eolica e solare, che dal 2009 ha intrapreso pesanti investimenti nel campo delle energie rinnovabili e infine per la sua vicinanza al continente europeo.

Terzo punto. Investire nella transizione ecologica in Marocco significa anche applicare un principio etico. Ovvero privilegiare una Nazione che si può considerare a pieno titolo uno Stato di Diritto, una Nazione che fonda il proprio assetto istituzionale sulle leggi e su di un potere giudiziario indipendente e vigile . Significa puntare su di una Nazione che riconosce i diritti dell'uomo e li tutela non solo a livello costituzionale ma anche come prassi istituzionale..

L'Europa se vuole rimanere fedele ai suoi principi fondanti deve imparare a fare scelte etiche anche nei rapporti commerciali . Infatti, fino a quando saremo dipendenti dai combustibili fossili saremo , come europei, dipendenti direttamente o indirettamente da Nazioni che non rispettano i diritti umani , che permettono la presenza di zone grige dove spesso la legalità e la giustizia non vengono applicate , dove vi sono arresti arbitari  e contrari con i livelli dell'economia sociale di mercato   Per questo ogni sforzo del Marocco dove essere supportato dall’Europa ma l’appoggio deve essere totale e senza vie di mezzo.

La transizione ecologica che come europei dobbiamo portare avanti assieme al Marocco, non è solo per l'affermazione di una nuova sifida economica e sociale fondata sull'ecologia ma allo stesso tempo l'affermazione dei principi di umanità e solidarietà

Marco Baratto, Forum Lombardia Marocco

 

 

306 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online