Giovedì, 23 maggio 2024 - ore 01.47

Spino d’Adda (Cremona), domani merenda per grandi e piccoli al Parco Rosselli

Progetto per Spino: «Per i bambini baby parking con giochi di bolle giganti e palloncini; per gli adulti, quattro chiacchiere sulla scuola e i minori»

| Scritto da Redazione
Spino d’Adda (Cremona), domani merenda per grandi e piccoli al Parco Rosselli

Domani, martedì 17 maggio, dalle 16:30, a Spino d’Adda, Progetto per Spino organizza al Parco Rosselli la merenda per mamme e papà, nonni, nonne e zii, e bambini in età scolare. Per i bambini baby parking con giochi di bolle giganti e palloncini; per gli adulti, quattro chiacchiere sulla scuola e i minori. «Essere per la scuola significa tante cose», spiegano da Progetto per Spino. «Abbiamo istituito il buono mensa più basso del cremasco, portato in paese la dirigenza scolastica, acquistato lo scuolabus, istituito il piedibus, posizionato a scuola il defibrillatore, coinvolto (e continuiamo a coinvolgere) le scuole in tutte le iniziative civiche. Inoltre stiamo lavorando per il campo scolastico. Dopo anni di parole da parte di chi ci ha preceduto, abbiamo ottenuto il terreno su cui realizzarlo, con mensa, palestra e scuola elementare. Abbiamo il progetto e il bando di gara e stiamo esaminando tutte le proposte di finanziamento».

«A tal proposito, approfittiamo per rispondere a quanto dichiarato da Albatros sulla scuola. Progetto per Spino realizzerà non solo la nuova primaria, ma anche la nuova palestra che tanto serve, e la mensa», proseguono dalla lista spinese. «Portare tutti gli alunni nello stesso sito (come hanno già fatto Pandino e Agnadello, come stanno facendo Dovera e Rivolta) ottimizza servizi e spese. Pensare di fare una nuova scuola solo per esigenze numeriche è un tipo di politica sorpassato, che vigeva negli anni Ottanta: ora le esigenze della didattica sono diverse, e le economie di scala importanti, e non serve più che una scuola scoppi perché si debba pensare a un edificio nuovo. La scuola nuova serve per ottimizzare spazi e servizi, per dare ai ragazzi che oggi fanno laboratorio e palestra in cantina, spazi più consoni, per avere una scuola moderna al passo con le necessità didattiche. Una scuola nuova, che potrà essere utile per altri sessant’anni e più, perché concepita in modo moderno, elastico, perché in futuro permetterà agili modifiche ed eventuali ingrandimenti, se necessari. Una scuola che, inoltre, si integrerà con il nostro nuovo civic centre su cui stiamo lavorando con Consorzio Arcobaleno, direzione didattica e Associazioni spinesi. Banalizzare i temi non serve a nessuno, sicuramente non agli spinesi e non alle tematiche amministrative», concludono da Progetto per Spino.

1081 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria