Mercoledì, 19 gennaio 2022 - ore 00.19

Sudan, Continua l’emergenza umanitaria in Kordofan Meridionale e Nilo Blu

| Scritto da Redazione
Sudan, Continua l’emergenza umanitaria in Kordofan Meridionale e Nilo Blu

In un comunicato stampa diffuso il 14 febbraio, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha espresso forti preoccupazioni per la situazione umanitaria in Kordofan Meridionale e nel Nilo Blu, dove dall’inizio dello scorso giugno sono in corso intensi scontri tra l’esercito sudanese e l’SPLM del Nord. I membri del Consiglio di Sicurezza hanno dichiarato che la situazione potrebbe peggiorare se il governo sudanese continuasse ad ostacolare le operazioni di soccorso negando l’accesso del personale umanitario alle aree di conflitto e impendendo la distribuzione  degli aiuti.

Secondo i dati forniti dall’OCHA, dall’inizio dei conflitti, solo nel Kordofan Meridionale quasi 1 milione di persone sono state coinvolte negli scontri, di questi 300 mila sarebbero gli sfollati interni, 24 mila i rifugiati in Sud Sudan e 35 mila i sudanesi fuggiti verso Khartoum. Nello stato del Nilo Blu i rappresentanti delle organizzazioni internazionali che monitorano la situazione hanno contato finora 66 mila sfollati interni, più di 35 mila sudanesi rifugiatesi in Etiopia e circa 54 mila civili fuggiti in Sud Sudan.

Il Consiglio di Sicurezza ha invitato il governo del Sudan e i rappresentanti dell’SPLM-N a collaborare completamente con le Nazioni Unite e le altre organizzazioni umanitarie per garantire, nel pieno rispetto delle leggi internazionali, la necessaria assistenza umanitaria e condizioni di sicurezza adeguate agli operatori umanitari e alla popolazione civile.

1110 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria