Sabato, 23 marzo 2019 - ore 13.36

Burkina Faso: riaperti nel Nord 3 centri sanitari chiusi per terrorismo

Gli ambulatori erano stati chiusi a inizio 2018 per le minacce di terrorismo ad opera degli estremisti, che stanno mettendo in pericolo la vita di migliaia di persone nel Nord del Paese.

| Scritto da Redazione
Burkina Faso: riaperti nel Nord 3 centri sanitari chiusi per terrorismo

Burkina Faso: riaperti nel Nord 3 centri sanitari chiusi per terrorismo

A Gandafabou, Fadar-Fadar Nord et Katcham Ouest, villaggi nella Provincia dell’Ouadalan, Regione del Sahel nel nord del Burkina alla frontiera del Mali, sono stati riaperti lo scorso giugno 3 centri sanitari, per la presa in carico e la cura di bambini gravemente malnutriti. Gli ambulatori erano stati chiusi a inizio 2018 per le minacce di terrorismo ad opera degli estremisti, che stanno mettendo in pericolo la vita di migliaia di persone nel Nord del Paese.

La bella notizia è che a riaprire i centri sanitari è stato il personale infermieristico locale, formatosi presso la scuola di Dori - distretto Sanitario di Gorom-Gorom, a titolo volontario, grazie al sostegno economico   dell'Associazione LVIA. Due infermieri per ogni centro hanno così garantito la ripresa delle attività e nel periodo tra giugno e novembre hanno garantito la visita e l'assistenza di 4.363 bambini malnutriti e affetti da altre patologie e donne in gravidanza.

Fonte : LVIAinforma dicembre 2018

 

350 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online