Domenica, 25 luglio 2021 - ore 15.13

Tavolo della Competitività di Cremona Mettere al centro il lavoro

Il lavoro. Un quadro conoscitivo comune, per intervenire in modo mirato, e la proposta di un Osservatorio stabile

| Scritto da Redazione
Tavolo della Competitività di Cremona Mettere al centro il lavoro

Tavolo della Competitività di Cremona Mettere al centro illavoro

Il lavoro. Un quadro conoscitivo comune, per intervenire in modo mirato, e la proposta di un Osservatorio stabile

Crema, 14 Giugno 2021. Si è svolta online la sesta seduta del Tavolo 2 Lavoro – Formazione – Sviluppo – Innovazione in cui stati discussi i seguenti temi riguardanti lo stato dell’arte della situazione del mercato del lavoro territoriale in virtù della pandemia da Covid-19 e i progetti e le risposte da mettere in campo per fronteggiare l’emergenza.

La seduta si è focalizzata sul tema del lavoro, con l’obiettivo di condividere un quadro conoscitivo, per fare chiarezza sulle priorità d’intervento e capire quali ambiti e settori abbiamo la necessità di un intervento primario. Dai partecipanti è emersa l’esigenza di avviare una esplorazione continuativa coinvolgendo la filiera formativa ma anche le Associazioni di Categoria e gli Organi Sindacali del territorio. Fare rete è necessario e obbligatorio per mettere a fattor comune le conoscenze e avvalersi di tutte le opportunità disponibili sul territorio.

Da parte delle Organizzazioni Sindacali emerge chiara la proposta di un Osservatorio stabile e continuativo, che possa generare una visuale condivisa, prevedendo la messa a sistema delle informazioni legate al mercato del lavoro, alle richieste di profili da parte delle aziende, alle problematiche connesse al capitale umano e alle prospettive per i giovani. Potrebbe diventare quindi uno strumento di indirizzo politico e di supporto ai processi decisionali.

Il periodo pandemico ha generato evidenti ricadute in termini occupazionali; attualmente il territorio sta affrontando un periodo di graduale ripresa anche se al momento persiste il blocco dei licenziamenti. Ciò che è emerso durante l’incontro è che ci troviamo in un periodo storico in cui l’offerta lavorativa è presente ma le imprese non trovano personale adeguatamente specializzato. Per i presenti al confronto, questo dovuto anche al fatto che ai giovani non viene proposto un orientamento di qualità sin dai primi livelli educativi in stretta condivisione con le famiglie.

Alla seduta hanno preso parte, oltre ai componenti della Cabina di regia composta da Provincia di Cremona, Camera di Commercio di Cremona e dai tre Comuni di Cremona, Crema e Casalmaggiore, con l’affiancamento di REI – Reindustria e Innovazione e CERSI dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, quattro rappresentati degli istituti superiori, otto rappresentanti delle associazioni di categoria, sedici rappresentati degli Enti locali, tre rappresentati del mondo delle banche e cinque rappresentanti delle sigle sindacali territoriali.

Durante la seduta sono intervenuti: Paolo Rizzi – Docente dell’Università Cattolica del sacro Cuore, Enrico Maffezzoni della Camera di Commercio di Cremona e Barbara Faroni, Dirigente Settore Lavoro e Formazione della Provincia di Cremona condividendo gli effetti della pandemia da Covid-19 su occupazione e disoccupazione e restituendo una fotografia del mismatch tra domanda e offerta di lavoro nel nostro territorio.

Nella seconda parte della seduta sono intervenuti invece, Sara Rota dell’Agenzia Informagiovani del Comune di Cremona riportando condividendo con i partecipanti della seduta lo strumento di sostegno per i giovani e le imprese messo a punto dal Comune di Cremona attraverso il bando T.A.P.P.E destinando parte delle risorse di Banca d’Italia, per sostenere tirocini extra curriculari. Filippo Moglia Direttore dell’ITS Nuove tecnologie per il Made in Italy e Giuseppe Nardiello Presidente dell’ITS Nuove Tecnologie della vita di Bergamo hanno riportato invece i vantaggi della formazione post diploma come opportunità di percorsi di alta formazione in grado di far acquisire competenze specialistiche ai giovani talenti. Ilaria Massari, Direttore di REI-Reindustria Innovazione ha presentato in conclusione il Bando Azioni di Rete per il Lavoro di Regione Lombardia.

Molto dinamico è stato il dibattito con interventi sia del sistema formativo, che delle categorie, delle istituzioni e dei sindacati.

In conclusione il Tavolo ha deciso che nella prossima seduta in programma per il mese di Luglio 2021, i focus saranno posti nell’individuare e far emergere le esigenze delle aziende in questa fase post pandemia, con la condivisione del punto di vista delle Associazioni di Categoria e Organizzazioni Sindacali. L’idea emergente resta quindi di attivarsi verso azioni sperimentali di riconversione funzionale e nuovi inserimenti in aziende. Verranno poi presentati ai partecipanti dell’incontro i futuri percorsi formativi, anche universitari, in partenza nella Provincia di Cremona come strumenti per fronteggiare le sfide future.

Per monitorare i progressi e gli avanzamenti delle attività del Tavolo della Competitività è online il portale competitivitacremona.it, creato in un’ ottica di trasparenza e comunicazione nei confronti della collettività.

 

 

280 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online