Martedì, 17 luglio 2018 - ore 04.13

Tecno Bergamo 1SAFE : 400 segnalazioni in città su rifiuti abbandonati, buche sulle strade, cartelli divelti

Continua l’opera di miglioramento e di sviluppo dell’app per smartphone 1SAFE nel Comune di Bergamo: dopo il lancio nel capoluogo nel mese di dicembre 2017, la app tutta bergamasca (è sviluppata da una ditta con sede a Treviolo) è stata adottata da altri 22 comuni (Treviolo, Gorle, Torre Boldone, Lallio e Scanzorosciate quelli più vicini alla città, ma anche Lodi, Paullo e molti altri) e ha visto il numero di utenti crescere notevolmente, superando in questi giorni quota 6600 users.

| Scritto da Redazione
Tecno  Bergamo 1SAFE : 400 segnalazioni in città su rifiuti abbandonati, buche sulle strade, cartelli divelti

Tec Bergamo 1SAFE : 400 segnalazioni in città su rifiuti abbandonati, buche sulle strade, cartelli divelti

Continua l’opera di miglioramento e di sviluppo dell’app per smartphone 1SAFE nel Comune di Bergamo: dopo il lancio nel capoluogo nel mese di dicembre 2017, la app tutta bergamasca (è sviluppata da una ditta con sede a Treviolo) è stata adottata da altri 22 comuni (Treviolo, Gorle, Torre Boldone, Lallio e Scanzorosciate quelli più vicini alla città, ma anche Lodi, Paullo e molti altri) e ha visto il numero di utenti crescere notevolmente, superando in questi giorni quota 6600 users.

Da oggi a Bergamo, proprio per consolidare il suo utilizzo, la app 1SAFE prevede nuove categorie di segnalazione, che prescindono dalla sicurezza in senso stretto e avviano funzioni più simili a strumenti di utility urbana. Da oggi infatti è possibile segnalare anche gli alberi caduti, le buche sulla strada, i cartelli stradali divelti, l’illuminazione guasta, i rifiuti abbandonati e i veicoli abbandonati. La centrale operativa della Polizia Locale gestirà questo tipo di segnalazioni così come sta già facendo da oltre 6 mesi con quelle relative alla sicurezza, smistandole agli enti di competenza.

“Stiamo lavorando per rendere la app sempre più a uso e consumo del cittadino – sottolinea Sergio Gandi, ViceSindaco del Comune di Bergamo – lavorando a stretto contatto con Claudio Rota, ideatore di 1SAFE, e supportandolo lungo il percorso di espansione delle funzioni dello strumento. Non solo queste nuove categorie di segnalazione, comunque: stiamo sperimentando nuove utility pensate per i gruppi di controllo di vicinato che stanno nascendo in città e che godono dell’appoggio dell’Amministrazione comunale, pensiamo al quartiere di Santa Lucia ad esempio.”

Un aggiornamento della app è stato infatti rilasciato il primo luglio scorso per adeguarla alle funzioni dei nascenti gruppi di vicinato: la Polizia Locale può infatti da qualche giorno attivare “utenze particolari” per i coordinatori dei gruppi riconosciuti e che hanno rapporti con l’Amministrazione comunale, affinché possano convogliare, verificare o smentire le segnalazioni che vengono dal territorio dove prestano il loro impegno di cittadini attivi.

1SAFE intanto continua ad essere utilizzata in città: dal suo avvio sono state quasi 400 le segnalazioni ricevute in città, più di due al giorno. Le categorie più segnalate sono quelle di persona sospetta, di parcheggio abusivo su stalli per disabili e infine disturbo della quiete pubblica.

“Le nuove categorie di segnalazione sono state introdotte per dare uno strumento in più in mano ai cittadini che hanno a cuore non solo la sicurezza della propria città, ma anche il decoro urbano e il funzionamento dei servizi di base. – spiega Claudio Rota, ideatore di 1SAFE – In poche ore di attivazione, le segnalazioni pervenute sembrano confermare che i cittadini di Bergamo hanno a cuore questi temi (3 per cartelli divelti e una per rifiuti abbandonati).”

“L’introduzione della app 1SAFE – spiega la Comandante della Polizia Locale Gabriella Messina – ha sempre avuto come obiettivo quello di dare ai nostri concittadini uno strumento in più per dialogare con il corpo di Polizia Locale, sfruttando le possibilità che le nuove tecnologie ci forniscono. In questi anni abbiamo molto lavorato per aggiornare gli strumenti in dotazione al Comando, con nuove telecamere di videosorveglianza, autoscan e molto altro: la app 1SAFE si integra in questa strategia di modernizzazione ed efficientamento delle nostre attività.”

144 visite

Articoli correlati